QR code per la pagina originale

Sonos presenta Architectural by Sonance

Sonos ha presentato Architectural by Sonance, due diffusori a installazione con il supporto a Sonos AMP, streaming e servizi di domotica.

,

Sonos e Sonance hanno annunciato una nuova serie di diffusori da esterno a parete, a soffitto e resistenti agli agenti atmosferici, gli In-Ceiling e In-Wall.

La collezione in sé, denominata Sonos Architectural by Sonance, è specificamente progettata per funzionare con l’amplificatore Sonos Amp per l’audio integrato, presentato lo scorso agosto e disponibile per 699 euro. L’altoparlante esterno, il primo espressamente costruito per Sonos, è caratterizzato da un design resistente alle intemperie, tale da poter essere utilizzato senza problemi anche all’esterno, assorbendo umidità, calore, acqua, nebbia salina, raggi UV e temperature di congelamento. La serie a incasso e a soffitto presenta griglie di diverse forme che possono essere addirittura verniciate, per adattarsi agli ambienti della propria casa.

Una volta installati, gli altoparlanti Architectural by Sonance funzionano come una normale rete sonora Sonos, potenziati dalla gamma wireless amplificata di prima generazione. Ciò significa supporto per AirPlay 2, gestione tramite l’app Sonos e centinaia di servizi di streaming compatibili come Spotify, Apple Music, Amazon Music, Google Play Music, SoundCloud, Deezer, Tidal e YouTube Music. Sonos afferma di poter alimentare con un singolo Sonos Amp tre coppie di diffusori Architectural by Sonance.

Il nostro obiettivo è creare una soluzione ottimizzata per gli utenti, portando per la prima volta l’esperienza Sonos agli altoparlanti di design – ha dichiarato il CEO di Sonos, Patrick Spence. Sonance era il partner naturale da scegliere, visto che condivide la nostra passione per soluzioni audio affidabili e di alta qualità all’interno e all’esterno della casa.

Sonos In-Wall by Sonance costa 699 euro, Sonos In-Ceiling by Sonance ha un prezzo di 699, mentre Sonos Outdoor by Sonance costa 899 euro. Tutti sono profondamente integrati con i sistemi di domotica. Grazie alle nuove API introdotte lo scorso anno, si possono gestire scenari e automazioni, come l’accensione degli speaker ma anche la scelta delle playlist per un sottofondo musicale, abbinamento di liste preferite, condizioni di illuminazione, temperatura e molto altro.

Immagine: Sonos