QR code per la pagina originale

Google punta ai pieghevoli? Depositato il brevetto

Google ha depositato un nuovo brevetto relativo ad un dispositivo pieghevole che sembra si possa piegare a conchiglia.

,

Google ha depositato un nuovo brevetto relativo ad un dispositivo pieghevole. Anche il colosso di Mountain View, quindi, dopo l’interessante Samsung Galaxy Fold (e altri) vuole essere della partita e provare a lanciare sul mercato il suo smartphone “foldable”? Forse.

Secondo il brevetto depositato da bigG – e riportato da Patenttly Mobile -, infatti, si tratta di uno smartphone con display in grado di chiudersi a conchiglia e flettersi sia verso l’interno che verso l’esterno. Una vera novità questa rispetto agli altri device visti all’ultimo Mobile World Congress. Le dimensioni sarebbero però inferiori rispetto ai modelli di smartphone pieghevoli visti finora, mediamente non proprio in formato “pocket”.

Ad esempio il Samsung Galaxy Fold ha un display interno da 7,3 pollici e uno esterno da 4,6, mentre il Huawei Mate X ha uno schermo unico da 8 pollici che una volta chiuso diventa 6,6 pollici.

Come già detto, lo smartphone di casa Google si può flettere in entrambe le direzioni al contrario dei primi modelli in arrivo prossimamente sul mercato. Ciò garantirà maggio risparmio di spazio, inoltre – secondo le immagini del brevetto (come si può vedere dell’immagine in evidenza) – il prototipo di casa Google dovrebbe piegarsi a conchiglia, sulla falsa riga del Motorola Razr, quindi proprio come i vecchi startac.

Nel frattempo, sempre sul fronte Google, è di oggi la notizia secondo la quale il colosso americano aiuterà il Sud Africa a riconoscere le fake news in vista delle elezioni dell’8 maggio, così da avere un voto il più possibile trasparente.