QR code per la pagina originale

Google Fit, Modalità Scura e grafici per il sonno

Grazie a un nuovo aggiornamento, Google Fit introduce la Modalità Scura e dei grafici per il sonno.

,

Google Fit è un’applicazione molto utile per coloro che vogliono mantenersi in forma e svolgere un’attività fisica regolare, ma anche per chi fa un po’ di moto saltuariamente. Adesso, l’app per il fitness si rende utile anche quando cala la notte, merito di un nuovo aggiornamento disponibile sia su Android che su iOS.

Grazie all’aggiunta di nuovi grafici per il sonno, gli utenti possono avere una maggiore comprensione dell’andamento del loro riposo per mezzo dei dati registrati. Non è tutto: è stata inoltre introdotta una Modalità Scura che favorisce l’utilizzo di Google Fit al buio (finora l’opzione appariva nelle impostazioni solo ad alcuni, adesso è uniformata per tutti).

L’update non riguarda soltanto l’attività notturna, comunque. Sebbene siano solitamente gli utenti Android a ricevere in anticipo nuove funzionalità, stavolta sono quelli iOS a beneficiare di una chicca in anteprima: grazie all’aggiornamento potranno infatti visualizzare il percorso della corsa/camminata/giro in bicicletta così come tracciato dal proprio indossabile o da altre app.

Nel complesso si tratta di aggiunte semplici, ma dovrebbero aiutare Google Fit a fornire una visione più olistica della forma fisica degli utenti, estendendosi ben oltre le sessioni di ginnastica e le corse mattutine. Per chi non lo sapesse, l’applicazione di BigG offre la possibilità di essere informati sulle statistiche in tempo reale a proposito di corsa, camminata e pedalata, fornendo un database con l’archivio di tutte le prestazioni al termine dell’allenamento.

È bene ricordare che per utilizzare Fit gli utenti dovranno inserire (oltre al nome) tutti i parametri fisici come ad esempio l’età, l’altezza e il peso, al fine di avere sia un rilevamento del passo più preciso sia un’analisi delle prestazioni più mirata.