QR code per la pagina originale

Apple acquisirà la divisione RF di Broadcom?

Apple potrebbe acquisire la divisione dei chip RF di Broadcom, sebbene al momento non giunga nessuna conferma dalle parti di Cupertino.

,

Apple potrebbe acquisire la divisione dei chip RF di Broadcom, sebbene al momento non giungano precise conferme dalle parti di Cupertino. È quanto rende noto il Wall Street Journal, sottolineando come il chipmaker stia vagliando con Credit Suisse la possibilità di cedere a terzi la propria unità RF. Apple è vista come un potenziale acquirente, considerando come il gruppo californiano sia già ora uno dei principali clienti della società.

Broadcom si occupa da anni della produzione di soluzioni radio per dispositivi elettronici, in particolare sul fronte delle tecnologie WiFi e Bluetooth. Entrando nel dettaglio dell’unità RF, la società ha sviluppato un sistema di filtraggio delle frequenze RF per eliminare le interferenze, tuttavia – a detta di CultOfMac – ultimamente la concorrenza sarebbe divenuta troppo agguerrita, anche per il successo ottenuto dal competitor Qorvo.

Il gruppo starebbe pensando, di conseguenza, di vendere questa divisione per concentrarsi maggiormente su altre tecnologie e, sebbene al momento non vi siano precise conferme, gli analisti vedono in Apple un potenziale acquirente. Ben Bajarin di Creative Strategies, ad esempio, sottolinea come Broadcom sia uno dei fornitori di Apple sin dalla creazione del primissimo iPhone e, di conseguenza, il gruppo potrebbe ottenere grandi vantaggi dall’acquisizione. Così come già avvenuto per la divisione modem di Intel, infatti, la mela morsicata starebbe cercando di ampliare sempre più la produzione in-house dei propri chip.

In caso le indiscrezioni dovessero trovare conferma, si tratterà di un’acquisizione da record: con i chip RF Broadcom ha guadagnato 2.2 miliardi di dollari nel corso del 2019, quindi le cifre di vendita potrebbero anche sfiorare i 10 milioni di dollari. Non resta che attendere, a questo punto, dei dettagli più affidabili su entrambe le aziende, per scoprire come si muoveranno nel prossimo futuro.