QR code per la pagina originale

La beta di Windows 7 arriva col p2p

Da alcune ore una versione beta di Windows 7 è disponibile per il download sui network di condivisione online di BitTorrent. Attesa per la seconda settimana di gennaio, la nuova versione dell'OS si rivela molto stabile e più reattiva rispetto a Win Vista

,

Nonostante manchino alcune settimane per la sua presentazione ufficiale, la prima versione beta di Windows 7 sembra aver fatto capolino online sulle reti di condivisione peer to peer. Da un paio di giorni, infatti, numerosi siti di ricerca sui network BitTorrent segnalano la presenza della build 7000 del nuovo sistema operativo targato Microsoft, la cui beta dovrebbe essere presentata in via ufficiale nel corso della seconda settimana di gennaio al CES di Las Vegas.

Sul discusso portale The Pirate Bay, per esempio, risultano al momento almeno due versioni di Windows 7 etichettate come beta disponibili per il libero download da parte degli utenti. Il file in formato ISO, dunque già pronto per essere masterizzato su DVD, ha un peso complessivo pari a 2,44 Gb e sembra proprio essere la versione beta dell’atteso successore di Windows Vista.

L’arrivo anticipato del nuovo sistema operativo sulle reti peer to peer non è certo una novità per Microsoft. A poche ore dalla presentazione della prima promettente versione alpha lo scorso ottobre alla Professional Developers Conference, l’OS progettato da Redmond raggiunse i canali di distribuzione BitTorrent, consentendo a centinaia di migliaia di utenti di sperimentare sui loro PC le prime novità introdotte da Windows 7. In questo caso, però, l’arrivo della versione beta online ha anticipato di alcune settimane la presentazione ufficiale della stessa, prevista entro il 13 gennaio prossimo con l’apertura a tutti gli utenti della fase di test sul nuovo sistema operativo.

Stando alle informazioni fornite da Adrian Kingsley-Hughes di ZDNet, che ha avuto modo di installare la beta ottenuta online attraverso le reti peer to peer, la build 7000 non contiene sostanziali novità rispetto a quanto già dimostrato con la versione alpha dello scorso ottobre da Microsoft. La prova sul campo ha comunque rivelato un miglioramento nella stabilità del sistema, una maggiore velocità di risposta agli input forniti dall’utente e una velocità superiore rispetto al suo predecessore Windows Vista.

I risultati raggiunti con la versione beta sembrano essere dunque estremamente promettenti e tali da accorciare, salve imprevisti, la delicata fase di test con sviluppatori e produttori di hardware. Il calendario premiliminare fornito da Microsoft non dovrebbe subire ritardi, consentendo a Windows 7 di sbarcare sugli scaffali dei negozi entro la stagione dello shopping natalizio 2009.

Notizie su: