QR code per la pagina originale

Apple arriva in Cina di seconda mano

Comincia la vendita di device usati garantiti Apple anche in Cina. Nonostante fino ad ora non sia mai davvero decollata, il continuo procedere della recessione mondiale potrebbe dare nuova vita ad un mercato dai prezzi fino al 20% inferiori al normale

,

È partita ufficialmente la vendita di prodotti di seconda mano Apple in Cina ed è la stessa società di Cupertino a promuoverla. Dal sito Apple cinese infatti è possibile acquistare prodotti con un prezzo fino al 20% inferiore rispetto al solito.

I prodotti in questione sono quelli che i consumatori hanno restituito alla compagnia e che la compagnia stessa ha sottoposto ad un processo di revisione e test di qualità e che vengono venduti con una garanzia di un anno: «Abbiamo dato il via alla campagna alla fine dell’anno scorso» dice Huan Yuna, portavoce Apple in Cina.

Quella della vendita di seconda mano non è una novità totale, comparti simili sono presenti anche in paesi come Stati Uniti, Gran Bretagna e Giappone, anche se poi non sono mai riusciti a pesare significativamente sulle vendite totali. La società sostiene fermamente che, per quanto ne possano sapere i consumatori, i prodotti usati sono come quelli nuovi sotto tutti i punti di vista.

Se fino ad ora l’usato Apple non è riuscito ad incidere non è detto che non cominci a farlo ora, soprattutto alla luce dei tempi grigi che si prospettano all’orizzonte. Gli Stati Uniti (complice la recessione) stanno ad esempio cominciando a vedere un primo aumento nella domanda: prodotti come il Mac Book Air infatti sono disponibili a circa 1000 dollari in meno del prezzo di lancio dell’anno scorso.

Sempre riguardo il Mac Book Air, voci non confermate parlano di un possibile nuovo modello da 15 pollici che dovrebbe avere le medesime specifiche dell’attuale. L’annuncio sarebbe imminente.

Notizie su: