QR code per la pagina originale

123456

,

Attacco a Gmail? Attacco a Hotmail? Attacco a Yahoo? No, più semplicemente un attacco agli utenti. Le password emerse nei giorni scorsi sembrano essere frutto di una vasta azione di phishing e dagli account pubblicati emerge in tutta chiarezza quanto labili siano le passoword usate da troppi utenti.

Troppe, infatti, sono le “123456” (64 su 10000), ancor più se 123456789 aggiunge 18 unità al computo precedente. Presumibilmente gran parte della fetta restante delle password è ricollegata a date di nascita o altre informazioni a cui un malintenzionato potrebbe in modo relativamente semplice fare appello.

Per evitare allarmismi, dunque, ancora una volta è necessario pensare alla prevenzione: pc protetti, password sicure. A quel punto per i malintenzionati il compito diventa almeno un tantino più complesso.

Notizie su: