QR code per la pagina originale

Google Friend Connect balla con Twitter

Nel giorno in cui Yahoo sigla la propria partnership con Facebook per il login tramite Facebook Connect, Google e Twitter portano a segno medesimo accordo. L'avventura in comune inizia fin da subito: sui siti con GFC sarà semplificato il tweet automatico

,

No, probabilmente non è un caso. Nel giorno stesso in cui Facebook e Yahoo comunicano la propria partnership legata a Facebook Connect, Google e Twitter comunicano un medesimo accordo che, pur se a parti invertite, va a potenziare il duopolio dei “login” sulla proposta rivale di Google e Facebook. A partire da oggi, infatti, l’autenticazione su Twitter potrà essere effettuata direttamente con le proprie credenziali del Google Account e tramite il medesimo sarà possibile unire i due servizi trasformando in cinguettii le proprie attività sui siti utilizzanti GFC.

Dopo il primo login le parti creeranno un ponte permanente tra i due account, unendo così le due identità in una realtà univoca. Così facendo sarà possibile agire, ad esempio, su tutti i siti utilizzanti Google Friend Connect autenticandosi con i propri estremi di Twitter e vedendo le proprie attività (iscrizioni, commenti, eccetera) riportate con facilità sulla propria bacheca. L’interesse nell’adozione dello strumento sul proprio sito è nel passaparola automatico generato dalle singole attività: ogni commento sul sito si fa infatti virale poiché permette di portare utenza alle pagine direttamente tramite i link che il sistema dissemina tra le bacheche degli utenti loggati.

Per Google l’approdo su Twitter è una risposta diretta a Facebook. Trattasi di una risposta che, però, non sembra poter dare i medesimi risultati della controparte. Il “paso doble” di Facebook e Yahoo, infatti, fa leva su di un mix di forte caratterizzazione: le attività sui servizi Yahoo (Yahoo Mail, Yahoo Finance, Flickr ed altri) con la grande community di Facebook (350 milioni di utenti). Al contrario Google e Twitter non sembrano poter far leva oggi sul medesimo potenziale immediato, anche se la bontà dell’operazione prende piede soprattutto in virtù dei margini di crescita di Twitter e sulla forza del brand di Mountain View (che mette sul tavolo quasi 10 milioni di siti appartenenti alla piattaforma Blogger, automaticamente coinvolta nel progetto, e le opportunità che AdSense offre ai webmaster affiliati).

L’annuncio è avvenuto sul Social Web Blog di Google a firma di James Reilly del Google Friend Connect Team. Differenti i tempi di attuazione rispetto alla controparte: mentre Yahoo e Facebook Connect daranno il via alla propria partnership soltanto a partire dai primi mesi del 2010, le nozze tra Google e Twitter giungono all’altare con fare immediato: entro la giornata di oggi Twitter avrà integrato Google Friend Connect nella propria procedura di login. L’accordo, anche in questo caso, non dovrebbe avere risvolti di natura economica: trattasi di una semplice partnership operativa i cui vantaggi giungeranno in conseguenza delle sinergie che le parti sapranno maturare nel frattempo.

Notizie su: