QR code per la pagina originale

È nata la WordPress Foundation

Anche WordPress avrà una fondazione a supportarne le attività. La WordPress Foundation nasce sotto la guida di Matt Mullenweg e si propone di guidare la crescita e la sussistenza dei progetti open source legati allo sviluppo della piattaforma di blogging

,

«Hello, world»: non poteva che iniziare così l’avventura della WordPress Foundation, associazione no profit che d’ora innanzi reggerà le sorti di un progetto importante quale quello dell’omologo WordPress. Nella presentazione l’associazione si dichiara direttamente ispirata ad esperimenti antecedenti di successo quali la Free Software Foundation, la Open Source Applications Foundation e la Mozilla Foundation, da cui l’odierna WordPress Foundation trarrà spunti e risorse per conseguire la propria mission.

La presidenza è stata affidata a Matt Mullenweg, nome direttamente impegnato in gran parte dei progetti che ora la fondazione si propone di supportare a livello finanziario ed organizzativo. Tra questi progetti figura innanzitutto WordPress, software per il blogging da 143000 linee di codice che ha già richiesto l’equivalente di 1 anno di lavoro continuativo per 33 sviluppatori: scaricato 18 milioni di volte nel solo 2009, oggi WordPress è una delle piattaforme di blogging più note ed apprezzate al mondo. Attorno a WordPress crescono tutta una serie di appendici quali WordPress Plugins e WordPress Themes (complementi specifici della piattaforma), oltre a bbPress e BuddyPress.

La filosofia della fondazione è così esplicata sul sito ufficiale inaugurato con la presentazione pubblica dell’iniziativa: «Al fine di servire il bene pubblico, tutti i software ed i progetti che promuoviamo dovranno perseguire i seguenti obiettivi:

  • [I progetti] dovranno essere sotto licenza GNU;
  • Il software dovrà essere liberamente disponibile a chiunque e per qualsiasi uso, senza licenze;
  • Il software dovrà essere aperto alle modifiche;
  • Ogni modifica dovrà essere redistribuita gratuitamente a costo zero e senza premessi da parte del primo creatore;
  • Il software dovrà mettere a disposizione una struttura per le traduzioni per rendere il tutto globalmente accessibile ad ogni lingua;
  • Il software dovrà mettere a disposizione una struttura per le estensioni, le modifiche e gli sviluppi che possono essere effettuate senza modificare il codice di base».

La nascita di una fondazione di supporto permetterà a WordPress di trovare maggior sostenibilità organizzandosi in una struttura più efficiente, in grado di reggere il carico dei lavori in corso e contribuendo a garantire la durata ed il supporto dei progetti intrapresi. Sul proprio blog, nel frattempo, Matt Mullenweg già rimanda al domani, spiegando che cose interessanti stanno per essere annunciate.

Notizie su: