QR code per la pagina originale

L’iPad permette a Skype di arrivare su iPhone

L'arrivo dell'iPad ha portato ad un aggiornamento dell'SDK tale per cui è ora possibile sviluppare soluzioni VoIP per iPhone in grado di sfruttare la connessione 3G. Skype annuncia presto novità in tal senso, tanto per iPhone quanto per il futuro iPad

,

Affinché Apple permettesse al VoIP di arrivare sull’iPhone facendo ufficialmente uso del traffico dati 3G occorreva aspettare l’iPad. Proprio quest’ultimo device, ancora fuori mercato ma ormai previsto e annunciato, ha infatti determinato l’aggiornamento atteso del software, qualcosa che in Skype significa l’apertura dell’ultimo sigillo. L’annuncio arriva ora direttamente da Skype, quasi come una liberazione: l’approdo del client su iPhone, per un utilizzo libero delle chiamate anche in mobilità, è ormai soltanto questione di tempo.

L’annuncio è firmato da Peter Parkes sul blog ufficiale di Skype, immediatamente ripreso anche dal blog italiano del gruppo: «In molti si chiedono quando Skype rilascerà una versione per iPhone che supporti le chiamate sotto copertura 3G. La risposta è semplice: al più presto. Giovedi scorso, Apple ha introdotto l’iPad, del quale, qui in Skype, ne siamo tutti molto entusiasti. David Ponsford – nel video qui sopra – e il suo team, stanno studiando il dispositivo e ci si può aspettare qualcosa di nuovo su Skype per l’iPad a tempo debito».

Un occhiolino strizzato all’iPad, quindi una spiegazione più dettagliata circa i motivi per cui proprio il tablet è la chiave di volta per il cambiamento in corso: «L’SDK (Software Development Kit) che Apple fornisce agli sviluppatori come Skype è stato aggiornato per l’iPad. La nuova versione, 3.2, elimina le restrizioni per le chiamate su reti 3G, e questa è una grande notizia. Forse avete visto altre applicazioni che offrono chiamate su reti 3G, ma la nostra azienda ha un passo un po’ più a lungo. Perché? Perchè quello che ci si aspetta da Skype è quello di dare la migliore qualità audio per lasciarvi effettuare chiamate a banda larga garantendo la maggiore chiarezza e fedeltà possibile».

Nel momento in cui Skype potrà essere utilizzato liberamente su iPhone tramite 3G, per gli utenti potrebbero cambiare molte cose. Il traffico dati incluso nei propri abbonamenti, infatti, potrà essere sfruttato per le chiamate e l’installazione di Skype sul terminale permetterà di sfruttare appieno l’elenco dei contatti e la loro eventuale presenza tra gli abbonati di Skype (una conversazione Skype-to-Skype, infatti, è totalmente gratuita e le chiamate internazionali tramite il client rappresentano sempre e comunque una opportunità per tagliare la bolletta).

L’utilizzo della rete 3G su iPhone è una opportunità, ma soprattutto un cambiamento di paradigma fondamentale. D’ora in poi Apple mette da parte il compromesso siglato con i carrier e questi ultimi accettano definitivamente che la rete veicoli la telefonia lasciando al VoIP parte del mercato che fino ad oggi aveva retto le sorti del mercato delle telco. D’ora in poi la redditività giungerà dal traffico dati, dalla sua ampiezza e dalla sua qualità. Le applicazioni ed i device hanno guidato questa rivoluzione ed il momento clou in questa mutazione non poteva che essere contrassegnato da Apple e Skype, brand in prima fila nel raccogliere le opportunità derivanti da questa nuova filosofia.

Notizie su: ,