QR code per la pagina originale

Linkiesta: nuovi editori crescono

Linkiesta, nuova iniziativa editoriale di approfondimento che punta tutto sull'informazione digitale per il rilancio del ruolo del giornalismo

,

«Noi crediamo che in Italia ci sia spazio editoriale per un giornale di approfondimenti e inchieste su temi sociali, politici ed economici». Sulla base di questo credo un nuovo nome sta per fare capolino nel mondo editoriale italiano: si tratta de “Linkiesta“, abile gioco di parole che in un vocabolo solo unisce la vocazione dell’informazione che si intende trasmettere ed al tempo stesso il canale su cui si intende veicolare i propri contenuti.

«A promuovere Linkiesta il direttore, Jacopo Tondelli – 32 anni, ex Corriere della Sera – e Jacopo Barigazzi – 40 anni, collaboratore di Newsweek ed ex Adnkronos – e alcuni importanti giornalisti senior che hanno accettato, con grande entusiasmo, di essere con noi»: due redazioni, una decina di giornalisti ed una serie di investitori sono gli ingredienti che consentono a Linkiesta di prendere il via sulla base di un business plan condiviso grazie al quale i primi capitali sono stati raccolti e messi a frutto per il lancio della start-up.

Il lancio avverrà nei prossimi giorni: il gruppo prevede infatti di aprire il sito Web entro fine gennaio per poi lanciare l’App dedicata su iPad entro la primavera. «Per noi il confronto con il lettore sarà fondamentale e prevediamo alcune forme innovative di community e di dialogo con i lettori-utenti per migliorare il nostro prodotto».

Al momento Linkiesta si divide tra il sito Web, il canale YouTube ed il canale Vimeo. Disponibili ovviamente le pagine su Facebook e Twitter. Ed un video di presentazione, un modo per l’illustrare quanto “sexy” possa essere l’informazione pensata in digitale.

Notizie su: