QR code per la pagina originale

WP7 o Yahoo Mail: di chi è la colpa?

Dopo aver scoperto la causa dell'eccessivo consumo di banda su Windows Phone 7, Yahoo e Microsoft si interrogano sulla risoluzione del bug

,

Dopo aver scoperto che la causa del traffico in uscita su Windows Phone 7 era dovuto ad un problema relativo a Yahoo Mail, si è accesa una piccola polemica tra le due aziende, in merito al comportamento del sistema operativo targato Microsoft e dell’integrazione del servizio di Yahoo.

La causa del malfunzionamento dipende da un bug del protocollo IMAP, che genera risposte da parte dei server di dimensioni circa venticinque volte superiori alla norma. Di conseguenza il consumo di banda (e quindi di denaro) si moltiplicava, con grande stupore e dispiacere per i consumatori.

Ma sembra che la colpa di questo comportamento anomalo non sia del tutto attribuibile a Yahoo e al suo servizio di posta. Infatti Windows Phone 7 utilizzerebbe un approccio alle connessioni tramite IMAP differente da tutti gli altri concorrenti. In questo caso Yahoo è stata chiara, puntando il dito contro Microsoft: il servizio di posta, infatti, funzionerebbe senza problemi su diverse piattaforme, come Apple, Android, Nokia Symbian e RIM. Lo stesso non si può dire di Windows Phone 7, dove Yahoo Mail ha generato il suddetto consumo extra di traffico.

Colpa solo di Yahoo? Forse no: la responsabilità, infatti, sarebbe da attribuire a Windows Phone 7 e la stessa Yahoo avrebbe chiesto a Microsoft di utilizzare una modalità standard di approccio alle connessioni IMAP. Windows Phone 7 avrebbe una gestione differente degli ID quando si connette alla casella di posta, problema che genera, appunto, il traffico in eccesso.

Insomma, alla base di tutto ci sarebbe un problema di comunicazione tra Windows Phone 7 e i server di Yahoo con entrambe le aziende coinvolte, loro malgrado, in questa spiacevole controversia. Rimane, però, un aspetto da considerare: con l’importanza che gli smartphone stanno acquisendo a livello professionale, un bug come questo può essere un serio problema. A differenza dei problemi di sicurezza, l’eccessivo consumo di dati può portare a perdite finanziare, soprattutto se si considerano i tradizionali piani telefonici con limiti di banda.

Infine: chi, tra Yahoo e Microsoft, ha ora il dovere di intervenire? Forse Yahoo, modificando i suoi server, oppure Microsoft, con la realizzazione di una patch per Windows Phone 7?

Fonte: Ars Technica • Notizie su: