QR code per la pagina originale

Apple annuncia i nuovi MacBook Pro

Come pronosticato, Apple ha annunciato i nuovi MacBook Pro. Confermate le nuove CPU e la connettività Thunderbolt, niente soluzione flash per i dati.

,

I pacchi ricevuti dagli Apple Store di tutto il mondo possono essere finalmente aperti. Nel giorno in cui Steve Jobs compie 56 anni la società di Cupertino lancia sul mercato la nuova linea MacBook Pro, i portatili di punta della linea Mac. Confermate molte delle voci degli ultimi giorni, mentre altri rumor si sono rivelati infondati.

Tra questi ultimi non ha trovato conferma quello relativo ad una possibile estensione della gamma con un quarto dispositivo, le cui dimensioni sarebbero state difficilmente ipotizzabili. Il segmento Pro dei MacBook continua dunque ad essere composto da tre modelli, con la possibilità di scegliere tra 13, 15 e 17 pollici. Veritiere invece le voci relative all’approdo dei nuovi processori Sandy Bridge di Intel: per il modello da 13 pollici sono disponibili le CPU Core i3 ed i5, mentre gli altri due modelli compiono un importante salto verso il quad-core, con il processore Core i7.

Presente tra le caratteristiche anche la connettività Thunderbolt, con la quale Apple permette ora ai propri utenti di ottenere prestazioni 12 volte superiori a quelle offerte dalle tradizionali uscite Firewire e ben 20 volte superiori a quelle dello standard USB 2.0 in termini di velocità di trasferimento dei dati. Oltre alla rapidità, Thunderbolt punta anche alla compatibilità con il più ampio numero di dispositivi possibile: fino a 6 periferiche esterne possono essere collegate contemporaneamente tramite tale tecnologia, tra cui anche monitor esterni o altre periferiche dotate di diverse tipologie di connettività (come DisplayPort, DVI, HDMI o VGA).

Immagina di accedere a più stream di video HD non compresso ad altissima velocità, tanto da poter montare un lungometraggio ad alta definizione in tempo reale. E ora immagina di farlo sul tuo notebook. La tecnologia Thunderbolt nasce per collegare una nuova generazione di periferiche ad alte prestazioni ai computer di ultima generazione: a cominciare dai MacBook Pro.

Insieme ai nuovi processori trovano posto novità riguardanti il settore video: ancora una volta i due modelli di maggiori dimensioni permettono lo switch tra due GPU a seconda delle operazioni eseguite, per alternare risparmio energetico e prestazioni spinte al massimo. Su tutti i nuovi MacBook Pro figura una scheda video Intel HD Graphics 3000, affiancata nei modelli da 15 e 17 pollici da una AMD Radeon con 1 GB di RAM GDDR5 dedicata. Entrambe le schede possono essere sfruttate per riprodurre al meglio filmati in qualità HD. Sempre in HD sono disponibili ora le videochiamate, tramite un’apposita videocamera FaceTime HD che permette di migliorare la comunicazione video in mobilità. Nel Mac App Store ha inoltre fatto capolino un’applicazione dedicata proprio a FaceTime, disponibile al costo di 0,79 euro.

A migliorare è anche la durata nominale della batteria, in grado di fornire fino a 7 ore continuative di lavoro in WiFi. Smentita dalle caratteristiche ufficiali la possibile adozione di un modulo flash per l’archiviazione dei dati: il supporto predefinito è ancora una volta il tradizionale hard disk, con la possibilità di scegliere la capacità più opportuna alle proprie esigenze oppure una soluzione SSD in fase di acquisto.

I prezzi di vendita al pubblico dei nuovi MacBook Pro si confermano ancora una volta in linea con la politica Apple: per il modello da 13 pollici il prezzo base è di 1.149 euro, che diventano 1.749 per l’edizione da 15 pollici, per raggiungere i 2.499 euro dell’edizione con schermo da 17. Per quanto concerne la disponibilità, la nuova linea di MacBook Pro sarà disponibile a breve tramite lo Store online, così come negli Apple Store dislocati in tutto il mondo o presso i rivenditori autorizzati da Cupertino.

Notizie su: