QR code per la pagina originale

Spammer all’attacco di Twitter

Gli spammer hanno colpito l'account Top Tweets inviando messaggi con link a contenuti per adulti verso un milione di utenti circa.

,

Il mercato dello spam non conosce crisi. Dopo i motori di ricerca (Google ha da poco modificato il suo algoritmo) e i social network, il target è ora Twitter, il sito di microblogging più famoso del mondo. Negli ultimi giorni il bersaglio principale degli spammer è stato l’account @TopTweet, controllato e verificato dalla stessa azienda.

Top Tweets ha oltre un milione di follower che ricevono alcuni dei tweet più interessanti pubblicati sulla piattaforma, selezionati da un particolare algoritmo. Dopo aver ridotto il numero di spam dall’11% all’1% tra l’estate del 2009 e febbraio 2010, il sito si trova ora ad affrontare un nuovo attacco da parte degli hacker. Sembra infatti che qualcuno sia riuscito ad avere accesso all’account o a modificare il funzionamento dell’algoritmo.

Molti utenti hanno iniziato a ricevere tweet contenenti link a siti per adulti. I “cinguettii” indesiderati sono stati anche inviati ai follower delle stesse persone che hanno ricevuto i messaggi. Come afferma l’azienda di sicurezza F-Secure «dubitiamo seriamente che essi vogliano essere esposti a siti come getiton.com e camsexroulette.net».

Fortunatamente la maggior parte dei messaggi di spam inviati tramite @TopTweets sono etichettati con i tag #nsfw (not safe for work) e #sex che indicano contenuti sessualmente espliciti, per cui la natura maligna dello spam è emersa con sufficiente chiarezza e l’attenzione dei singoli ha probabilmente evitato in parte click del tutto indesiderati.

Quasi tutti gli account degli spammer sono stati sospesi in modo repentino, ma quanto accaduto rappresenta comunque un ennesimo segnale di allarme per Twitter. Il ritorno del co-fondatore Jack Dorsey alla guida del consiglio di amministrazione non è stato probabilmente festeggiato come auspicato.

Fonte: TG Daily • Notizie su: