QR code per la pagina originale

Google aggiunge il Guru a GTalk

Google presenta Guru, un bot per GTalk con il quale è possibile reperire una serie di informazioni grazie ad un apposito set di istruzioni.

,

Per diversi mesi Doretta è stato uno dei fenomeni del web grazie all’estrema curiosità del progetto: un bot per MSN in grado di rispondere ad un’ampia gamma di domande, grazie ad un’intelligenza artificiale appositamente realizzata. A distanza di alcuni anni, Google vuole ora percorrere una strada simile, anche se a bordo di un mezzo diverso: ad essere coinvolto questa volta è Google Talk, servizio di messaggistica istantanea fornito da Mountain View, sul quale viene portata l’apposita identità virtuale “Guru”.

Nato nei laboratori della società, il bot Guru permette di conoscere una serie di informazioni semplicemente facendone richiesta: previsioni del meteo, traduzioni in tempo reale, risultati dei match sportivi, definizioni e ricerca su alcuni siti web come Wikipedia. Al momento, le funzionalità presenti risultano abbastanza limitate ed il dialogo può avvenire esclusivamente in lingua inglese, ma l’apertura di tale strumento ad un uso pubblico rappresenta un importante passo verso l’introduzione di nuove caratteristiche.

Per inserire Guru all’elenco dei propri contatti Google Talk è sufficiente aggiungere l’indirizzo email guru@googlelabs.com sull’apposito client di messaggeria istantanea fornito da Google. A differenza di progetti come Doretta, l’intenzione del gruppo di Mountain View non sembra essere quella di creare uno strumento apparentemente intelligente in grado di sostenere un dialogo con gli utenti, ma semplicemente un canale alternativo per il reperimento di informazioni. Guru è dunque l’estensione del classico motore di ricerca all’interno di GTalk, che può così essere utilizzato per accedere ad alcuni semplici dati.

Sebbene ancora in fase sperimentale ed ancora privo di alcune funzionalità importanti, Guru può rivelarsi uno strumento utile in diversi contesti, come ad esempio nei casi in cui si necessita di una traduzione rapida di un testo utilizzando un terminale mobile. Gli ingegneri Google sono al lavoro per offrire al progetto la possibilità di evolversi e diventare un qualcosa di più complesso, garantendo agli utenti maggiori servizi e possibilità d’uso.

Fonte: Google • Via: Mashable • Notizie su: