QR code per la pagina originale

Google, Instant Preview anche per gli annunci

L'Anteprima Istantanea Google si espande agli annunci AdSense: l'anteprima sulle SERP non sarà solo sui risultati della ricerca, ma anche sulle inserzioni.

,

Dopo aver lanciato lo scorso novembre la Instant Preview (Anteprima Istantanea) per le operazioni di ricerca, Google si prepara ad espandere questa funzionalità anche agli annunci pubblicitari, il che è destinato a cambiare in parte la natura dell’advertising su Google offrendo una “impression” gratuita della landing page, a cui viene così data ora maggiore importanza nella progettazione delle inserzioni sul motore.

L’Anteprima Istantanea permette all’utente non solo di avere una lista dei risultati generati dalla parola chiave inserita in fase di ricerca, ma anche un’anteprima della homepage del sito tramite un’icona a forma di lente di ingrandimento di fianco alla voce selezionata la quale, al passaggio ed al clic del mouse, fornisce dunque un’immagine preview della pagina principale del portale web rendendo immediatamente riconoscibili i siti conosciuti.

La stessa cosa accadrà dunque adesso anche con gli annunci pubblicitari posti solitamente in testa alla pagina principale dei risultati del motore di ricerca. Al passaggio del puntatore del mouse, si aprirà una finestra temporanea la quale fornirà all’utente un’immagine ed informazioni aggiuntive sull’adsense selezionato. Un’opportunità in più così per gli inserzionisti di maggior rilievo, che potranno di conseguenza trarre vantaggio da questa nuova caratteristica. La landing page si manifesta inoltre direttamente sul motore, arricchendo le SERP ed impreziosendo gli annunci promozionali, ma costringendo chi cura le promozioni ad uno sforzo aggiuntivo di ottimizzazione per rendere quanto più efficaci possibili i click registrati sul motore.

Google Instant Ads

Google Instant Preview per AdSense

La Google Instant Preview per AdSense è attesa a partire da oggi negli Stati Uniti, mentre sarà tradotta in altre lingue nelle prossime settimane in maniera tale da rendere fruibile il servizio anche negli altri principali mercati in tutto il mondo.

Fonte: Google • Notizie su: