QR code per la pagina originale

Phil Schiller: l’iPhone bianco non è più grande

L'iPhone bianco appare più spesso di 0.2 millimetri rispetto all'iPhone nero, ma Phil Schiller nega: "non credete a tutta la spazzatura che leggete".

,

L’iPhone bianco non è più grande rispetto a quello nero: nonostante le fotografie, le descrizioni e le dimostrazioni, Phil Schiller si mette infatti di traverso e nega che tra i due device vi sia una qualsivoglia differenza, per minima che possa essere.

La reazione di Schiller, Vice President of Product Marketing del team di Cupertino, giunge inattesa per vari motivi: perché la differenza sembrava assodata alla luce delle immagini, perché le motivazioni erano plausibili, perché la differenza è minima e soprattutto perché l’iPhone bianco non è generalmente visto come un tassello irrinunciabile dell’offerta di Cupertino. Tuttavia la reazione è arrivata: un messaggio inviato via Twitter a Ernesto Barron chiede esplicitamente di «non credere a tutta la spazzatura che si legge»:

It is not thicker, don’t believe all the junk that you read

Le parole di Phil Schiller vanno messe a questo punto in confronto diretto con le immagini, le quali indicano invece un maggior spessore di 0.2 millimetri che da più parti si era addebitato allo schermo anti-UV che il gruppo spiega di aver introdotto nel device bianco per proteggerne al meglio le componenti interne:

iPhone bianco e iPhone nero a confronto

iPhone bianco e iPhone nero a confronto

Quel che non era un caso, ora lo è: perché Phil Schiller ha reagito a quella che sembrava una semplice considerazione degli acquirenti di fronte alle oggettive difficoltà nell’inserire l’iPhone bianco all’interno delle cover esistenti e progettate per l’iPhone nero? Quei 0.2 millimetri possono essere un problema più grave di quanto non possa apparire? La vicenda è condita di una qualche incomprensione che ha scatenato il caso nonostante non vi siano reali problemi di fondo?

A questo punto servirà da parte di Apple una ulteriore presa di posizione per via ufficiale. Perché ora come ora a parlare sono le immagini.

Fonte: Ernesto Barron • Via: 9to5 Mac • Notizie su: