QR code per la pagina originale

Facebook acquista Push Pop Press

Facebook ha acquisito il gruppo Push Pop Press per portare nel proprio team le idee di sviluppo di un gruppo impegnato nei libri digitali su tablet.

,

Push Pop Press è ora parte integrante di Facebook. L’operazione è avvenuta nelle ultime ore ed i dettagli finanziari dell’operazione non sono noti, ma quel che appare chiaro è il fatto che l’acquisto sia più relativo al team ed alle sue idee di sviluppo che non ad un vero e proprio sfruttamento dello strumento che ha reso noto il brand.

Push Pop Press è una applicazione che ha fatto bella figura di sé negli ultimi mesi per il modo semplice ed originale con cui consente la consultazione dei contenuti online, soprattutto libri e siti contenenti articoli, immagini, recensioni o altro sotto ogni forma comunicativa (dal video all’audio, dal testo alle infografiche). Semplici movimenti delle dita, infatti, consentono di sfogliare il libro o il sito, così come ulteriori azioni consentono di aprire gli elementi ivi contenuti (ampliando le immagini, avviando i video, eccetera).

Come esplicitamente dichiarato dai fondatori Mike Matas e Kimon Tsinteris, Facebook non ha alcuna intenzione di entrare nel mondo dei libri digitali né intende continuare ad investire nella strada scelta dal gruppo acquisito. Piuttosto, il team di Mark Zuckerberg intende assorbire il team Push Pop Press mettendo a frutto l’esperienza accumulata, portando così tra gli asset di Facebook un nuovo modo di esplorare i contenuti sui tablet.

Facebook ha dimostrato di credere molto nei tablet ed in quel che possono offrire agli utenti che intendono utilizzarli per esplorare i social network. Per questo motivo il gruppo sta cercando idee nuove per migliorare l’impatto con iPad e simili, cercando la formula giusta per non effettuare una semplice trasposizione, ma per ottimizzare realmente l’esperienza di navigazione in salsa “touch”.

Nel pedigree di Push Pop Press v’è già una collaborazione con Al Gore, il cui biglietto da visita è probabilmente servito per arrivare agli occhi di Mark Zuckerberg ed infine alla chiusura della cessione. Presto le parti inizieranno a collaborare ed a quel punto Facebook avrà tra le mani una via nuova di espressione con cui portare gli status, le immagini ed i link di milioni di utenti direttamente sugli schermi dei tablet di tutto il mondo.

Fonte: Push Pop Press • Via: All Things Digital • Notizie su: