QR code per la pagina originale

Google+, arrivano i giochi

Google+ introduce una nuova sezione per offrire ai propri utenti la possibilità di giocare online tramite il social network di Mountain View.

,

Un nuovo tassello prende il proprio posto nel mosaico ancora incompleto ma pronto ad arricchirsi di nuovi elementi rappresentato da Google+: tramite il blog ufficiale della società di Mountain View è infatti giunta notizia dell’arrivo dei giochi sul social network creato dal gruppo per dare battaglia a Facebook, proponendo una funzionalità di indiscusso successo sul portale di Palo Alto.

L’accesso ai giochi è collegato ad un pulsante presente nella parte alta della homepage di Google+ e sempre visibile durante la navigazione sul social network, posizionato di fianco a quello per la visualizzazione delle cerchie di amici. Un click sul pulsante conduce verso la vera e propria porta d’accesso ai giochi in Google+, una pagina contenente sia informazioni sulle attività dei propri contatti sul social network quali i punteggi o gli ultimi titoli utilizzati, sia i giochi veri e propri.

Il catalogo di giochi attualmente a disposizione degli utenti non è ampio come quello di Facebook, ma rappresenta tuttavia un buon punto di partenza: il fiore all’occhiello della collezione di titoli di Google+ è il celeberrimo Angry Birds, il quale è divenuto nel tempo un must per tutti gli appassionati di gaming in mobilità su smartphone e tablet. Bejeweled, Zynga Poker ed il classico Sudoku rappresentano poi altri giochi di sicuro interesse per tutti gli iscritti al portale targato Google, con altri titoli pronti a rispondere alle esigenze più diverse.

Differenza sostanziale nell’approccio ai giochi da parte di Google+ rispetto a Facebook è la modalità di pubblicazione delle notizie riguardanti tali applicazioni nel flusso principale: ogni utente leggerà infatti esclusivamente i messaggi relativi ai giochi di proprio interesse, cui ha giocato precedentemente. Qualora non si desideri ricevere aggiornamenti relativi ai giochi è sufficiente ignorare tale sezione del social network, evitando di fatto il proliferare di post contenenti i punteggi dei propri amici che, sull’esperienza di Facebook, non sempre risultano graditi.

Fonte: Google • Via: PCWorld • Notizie su: ,