QR code per la pagina originale

Firefox 6, disponibile per il download

Firefox 6 è disponibile per il download. Nessuna novità di rilievo in arrivo, bensì solo bug corretti e miglioramenti alle performance.

,

La promessa è stata mantenuta: come annunciato alcuni giorni fa, il team Mozilla ha rilasciato Firefox 6, la nuova versione del browser del panda rosso caratterizzata da un ciclo di rilascio sensibilmente più veloce rispetto a quello che ne ha caratterizzato lo sviluppo negli anni precedenti. A distanza di 2 mesi dalla versione 5, dunque, gli utenti possono aggiornare il proprio browser ad una nuova major release.

Per tale motivo non sono molte le novità di rilievo in arrivo con la nuova edizione dell’applicazione, la cui sesta iterazione rappresenta principalmente una correzione della precedente versione: numerosi sono infatti i bug corretti, così come i miglioramenti in termini di prestazioni ed affidabilità durante la navigazione. I tempi di avvio del browser sono stati ulteriormente ridotti grazie al duro lavoro degli ingegneri Mozilla, mentre alcuni cambiamenti alla barra degli indirizzi permettono di comprendere più velocemente l’indirizzo del sito web che si sta visualizzando.

Il nuovo corso intrapreso da Mozilla, del resto, ha come diretta conseguenza il rilascio di versioni principali del browser prive di particolari cambiamenti: la tabella di marcia prevede infatti il cambio di numerazione ogni sei settimane, insufficienti per completare grossi cambiamenti. Firefox 7 è stato difatti già spostato nel ramo Beta e sarà disponibile entro la fine del mese di settembre. Tutto ciò comporta tuttavia un continuo cambio di versione per gli utenti, i quali potrebbero trovarsi spaesati di fronte alla nuova politica stabilita dalla Mozilla Foundation per lo sviluppo del browser, dettata con ogni probabilità dalla necessità di rincorrere Google Chrome.

In tal senso, un’importante novità potrebbe giungere a breve: negli ultimi giorni si sta infatti facendo largo l’ipotesi di un possibile oscuramento del numero di versione agli utenti, rendendo tale informazione accessibile esclusivamente mediante la pagina about:support. Un’idea, questa, che potrebbe essere accompagnata dall’introduzione di aggiornamenti silenti in stile Chrome, lasciando di fatto all’utente esclusivamente il compito di navigare in Rete senza preoccuparsi di aggiornare il browser.

Fonte: TUAW • Via: ZDNet • Notizie su: ,