QR code per la pagina originale

iPhone 5, il tuo assistente personale

La forza dell'iPhone 5 potrebbe essere il nuovo Assistant, servizio di riconoscimento vocale che trasforma l'iPhone in un assistente personale.

,

L’iPhone 5 avrà probabilmente un chip dual-core, avrà una maggior definizione dello schermo, un maggior quantitativo di RAM, avrà una fotocamera migliorata e garantirà performance di molto superiori rispetto alla versione precedente. Il design potrebbe essere innovativo, peso e form-factor potrebbero stupire. Ma sarà probabilmente un’altra la “killer application” in grado di far innamorare l’utenza del nuovo device: il nuovo Assistant.

9to5Mac spiega di aver avuto la testimonianza di chi ha avuto la possibilità di testare tale funzionalità quando ancora non era stata completata e l’impressione ricavata sembra essere stata estremamente positiva. Il progetto nasce con l’acquisizione dell’Assistant di Siri (operazione conclusasi nella primavera del 2010), applicazione che già in passato introduceva sullo smartphone importanti soluzioni di interazione che ora saranno però integrate più a fondo nel sistema operativo per rendere nativo il servizio di assistenza vocale.

Grazie ad Assistant l’utente potrà dialogare con lo smartphone impartendo comandi vocali specifici. Prima di iniziare occorre cliccare sul pulsante “Home” per un paio di secondi, fino alla ricezione di un feedback visivo che conferma l’attivazione della funzione. A questo punto l’utente può chiedere ciò di cui necessita: un contatto, un percorso mappale, un evento sul calendario ed altro ancora. Assistant trasforma lo smartphone in un vero e proprio assistente personale, evolvendo in modo sostanziale quelli che sono gli attuali comandi vocali.

Trattasi di una funzione che Google ha già portato su Android tramite le Azioni Vocali, ma la sfida sarà giocata in tal senso soprattutto sulla qualità del riconoscimento vocale e sulla varietà delle opzioni disponibili. Occorre sottolineare inoltre come tra le possibilità consentite da Assistant vi sarà anche la possibilità di dettare testo da convertire in forma scritta (per note, SMS ed altro) e tale disposizione sarà posta in essere grazie alla partnership con Nuance. Nell’iPhone 5, insomma, vi sarà anche un piccolo pezzo di Italia perché è ormai noto come, pur tra le polemiche, la piemontese Loquendo sia stata assorbita da Nuance con provenienza Telecom Italia.

Assistant sarà una esclusiva dell’iPhone 5 poiché l’hardware in dotazione fino alla versione 4 non è in grado di supportare le funzioni richieste per la nuova tecnologia. Assistant sarà pertanto probabilmente una delle anime del marketing per la promozione del nuovo device, la cui presentazione ufficiale è attesa con apposito evento previsto per il 4 ottobre.

Fonte: 9to5Mac • Via: Business Insider • Notizie su: