QR code per la pagina originale

Firefox, rilasciata la versione 7

Firefox giunge alla versione 7, migliorando le prestazioni ed introducendo un sistema per la ricezione di informazioni utili dagli utenti.

,

La promessa è stata mantenuta: le previsioni fatte dal team Mozilla riguardo il rilascio delle versioni dalla 4 alla 7 di Firefox sono state rispettate e, precisa come un orologio svizzero, la settima iterazione del browser del panda rosso è stata annunciata dal gruppo che ne cura lo sviluppo, nelle versioni per Windows, Mac e Linux. La versione in Italiano è immediatamente disponibile per il download.

Uno degli aspetti maggiormente curati dal team di programmatori alle spalle di Firefox riguarda le prestazioni, le quali compiono a detta degli stessi un sensibile passo in avanti nella versione 7. Il tutto nasce da una migliore gestione delle memoria, la quale permette di velocizzare l’apertura delle nuove schede, i click sui pulsanti dell’interfaccia e sui link presenti nelle pagine web, così come la gestione del browser durante la navigazione, soprattutto quando ci sono numerose schede aperte. Secondo le prime analisi, Firefox 7 utilizza tra il 20 ed il 50 percento di memoria in meno rispetto al suo predecessore.

Sempre in termini di prestazioni si registrano ulteriori miglioramenti durante l’elaborazione di codice JavaScript così come durante il caricamento di documenti web in HTML5, grazie ad un aggiornamento apportato all’estensione Canvas. Per ricevere supporto dagli utenti, poi, gli ingegneri Mozilla hanno dato alla luce Telemetry, un tool che senza intaccare la privacy dei navigatori fornisce alla società informazioni e dettagli sulle operazioni eseguite, sui problemi riscontrati e su eventuali malfunzionamenti al fine di migliorare ulteriormente il browser.

Il ciclo di sviluppo accelerato di Firefox continua dunque senza sosta, con nuove major release in arrivo ogni sei settimane: la prossima, secondo le previsioni, dovrebbe giungere nel corso del prossimo mese di novembre, con l’edizione 8 pronta a fare capolino sui computer di tutto il mondo. Nonostante le ipotesi di un ciclo di rilascio più lento, infatti, non sembrerebbero esservi all’orizzonte particolari cambiamenti a breve termine.

Fonte: Mozilla • Notizie su: ,