QR code per la pagina originale

Google acquista la Clever Sense

Google mette a segno un nuovo colpo: nel paniere della spesa entra questa volta Clever Sense, startup che collaborerà all'evoluzione di Places.

,

Prosegue il 2011 all’insegna delle acquisizioni in casa Google: l’ultimo nome che entrerà a far parte del panorama di Mountain View è quello di Clever Sense, startup che si occupa dello sviluppo di soluzioni legate all’interpretazione di informazioni personali degli utenti online per fornire loro suggerimenti riguardanti negozi, attività commerciali, ristoranti, discoteche e quant’altro.

L’acquisizione di Clever Sense (già produttrice di Alfred, assistente mobile basato sul cosiddetto “serendipity engine”) va dunque a collocarsi in un contesto in cui Google continua settimana dopo settimana ad aggiungere tasselli ad un mosaico che vede il colosso delle ricerche sempre più interessato a tale settore: dopo aver lanciato diversi mesi fa Places, infatti, l’azienda californiana ha presentato nelle ultime settimane Schemer, un servizio in grado di elaborare i dati a propria disposizione per suggerire possibili attività da compiere nel proprio tempo libero.

Le tecnologie sviluppate dalla startup potranno dunque essere utili alla società nello sviluppo di nuovi progetti così come nel miglioramento di quelli già attivi, potendo contare su di un ricco team di programmatori che nel corso dei prossimi giorni si trasferiranno negli uffici del Googleplex per entrare a stretto contatto con il gruppo di lavoro che si occupa di Google Places. Presto, insomma, i servizi targati “Big G” potrebbero essere arricchiti di nuove interessanti feature utili a scoprire nuovi luoghi ove mangiare, divertirsi oppure semplicemente trascorrere qualche ora in compagnia di amici.

Al momento non son disponibili i dettagli economici dell’accordo, il quale è stato tuttavia confermato da ambo le parti con il CEO di Clever Sense, Babak Pahlavan, che si è detto entusiasta della possibilità di entrare a far parte di quella che è senza ombra di dubbio una delle più importanti realtà del mondo tecnologico odierno, con l’opportunità di ampliare ulteriormente gli strumenti realizzati fino ad oggi dalla società.

Fonte: TechCrunch • Notizie su: