QR code per la pagina originale

Opera Mini Next e Mobile 12 al MWC 2012

Al MWC di Barcellona, l'azienda norvegese annuncia Opera Mobile 12 per Android e una versione preliminare di Opera Mini Next per feature phone.

,

Opera Mini è un browser sviluppato per funzionare sui cosiddetti feature phone, terminali economici che non permettono l’installazione di applicazioni come sui più evoluti smartphone. Al Mobile World Congress di Barcellona, l’azienda norvegese ha annunciato Opera Mini Next, una versione preliminare del software con nuove funzionalità per i social media.

Opera Mini Next segue dunque l’evoluzione del web, portando sui dispositivi basati su Java alcune funzioni presenti sui prodotti più costosi. Le Smart Pages, affiancate dalla nota feature Speed Dial, permettono un accesso più rapido alle pagine preferite e ai social network più conosciuti. La prossima release del browser, che verrà distribuita nel corso dell’anno, include un più profonda integrazione con Facebook e Twitter.

Anche gli utenti Android potranno installare Opera Mini Next e godere di una migliore esperienza di navigazione, grazie al supporto per l’accelerazione hardware e alla rinnovata pagina Speed Dial che può mostrare un numero illimitato di collegamenti alle pagine web. Opera Mini Next (identificata da un’icona di colore bianco) non sovrascrive, ma affianca la versione stabile già installata, indicata da un’icona di colore rosso.

Insieme al futuro browser per feature phone, al MWC 2012 è stata annunciata anche la versione finale di Opera Mobile 12 per smartphone Android. Opera Mobile 12, disponibile sull’Android Market o all’indirizzo http://m.opera.com, integra ora il parser HTML5 Ragnarök, che migliora la compatibilità con i siti web e con le applicazioni. Aggiunto anche il supporto per WebGL, che permette di visualizzare contenuti 3D sfruttando l’accelerazione hardware della GPU. Infine, è ora possibile utilizzare la fotocamera dello smartphone all’interno del browser.

L’azienda ha approfittato dell’evento spagnolo per presentare una versione rinnovata dell’Opera Mobile Store, basato sulla tecnologia di Handster, acquisita da Opera lo scorso mese di settembre. La nuova interfaccia semplifica ora la ricerca e il download delle applicazioni. Lo store, quinto al mondo per numero di app pubblicate (oltre 55.000), è accessibile da tutte le principali piattaforme (Android, Java, Symbian, BlackBerry e iOS).

Commenta e partecipa alle discussioni