QR code per la pagina originale

Microsoft, Surface è una scossa

Surface e poi stop: Acer e Dell sono convinte che Microsoft stia soltanto stimolando il mercato, ma poi sospenderà la produzione hardware diretta.

,

Il mercato Microsoft si è sempre caratterizzato per un rapporto aperto con i partner, con i quali per anni si è instaurata una potente sinergia: Windows è la scelta OEM predefinita e per i partner v’è tutto il vantaggio di sistema ricavabile da una soluzione che la maggior parte del mercato desidera in virtù dell’abitudine all’uso di tale interfaccia, tali procedure, tale forma mentis.

Il ritorno di Microsoft nella produzione hardware con l’annuncio di Surface va a scompaginare questo equilibrio, ma sembra essere questa una scelta vista di buon occhio anche dai produttori, i primi che in linea teorica dovrebbero pagar pegno per la discesa in campo del gruppo di Redmond.

La realtà dei fatti è quella per cui Microsoft potrebbe aver seguito per la propria strategia il medesimo percorso già portato avanti da Google con la sua linea Nexus: pungolare il mercato può essere fondamentale per fare in modo che il mercato stesso reagisca con maggior sollecitudine agli stimoli ricevuti. Acer è la prima a credere che Microsoft non annuncerà altri Surface dopo la prima accoppiata: l’offerta sarebbe finalizzata soltanto a dar supporto a Windows 8, lasciando così il tempo ai produttori di sviluppare le proprie soluzioni per arrivare nel tempo ad una offerta per il sistema di Redmond all’altezza delle aspettative.

Dell vede la situazione nello stesso modo e promette una linea di Slate entro la stagione autunnale. A Microsoft non si offre troppo credito, insomma: una provocazione è tale quando insegue un obiettivo parziale. Microsoft non avrebbe interesse a buttarsi nell’hardware, ove i margini di introito sono minori rispetto al software, ed allo stesso tempo non ha alcun interesse a pestare i piedi a quegli stessi partner che potrebbero fare la fortuna del gruppo.

L’intraprendenza Microsoft, anzi, può essere di fondamentale aiuto proprio ai partner: il marketing che verrà costruito attorno a questo tipo di soluzioni potrebbe regalare ai produttori un tappetino rosso in vista del Natale, arrivando all’appuntamento con miglior posizionamento di un sistema operativo che ha la necessità di farsi conoscere ed apprezzare prima di poter essere compreso, ed apprezzato, appieno.

Windows 8 è pertanto la vera finalità inseguita, di cui Surface si fa strumento. Maggiore sarà l’impegno dei partner in tal senso, minore sarà l’impegno Microsoft sulla linea di tablet lanciata in queste ore.

Fonte: The Drum • Via: CNet • Notizie su: