QR code per la pagina originale

Apple deve risarcire Samsung nel Regno Unito

In seguito a una nota ritenuta disonesta e ingannevole, Apple è ora costretta a risarcire Samsung per le spese legali sostenute nel Regno Unito.

,

La vicenda legale che vede coinvolge Samsung e Apple nel Regno Unito non sembra avere fine. Dopo aver costretto il colosso di Cupertino a pubblicare su sito ufficiale come il rivale non abbia violato i suoi brevetti per il design di iPad, la Corte Britannica punta ancora il dito nei confronti della mela morsicata, accusando l’azienda di aver scritto una dichiarazione disonesta e ingannevole. Per punizione, ora Apple è costretta a risarcire le spese legali di Samsung e si è di certo conquistata l'”antipatia” dei giudici d’oltremanica.

I fatti sono noti: il primo messaggio pubblicato sul sito ufficiale non era ritenuto sufficientemente chiaro per spiegare la vicenda ai lettori. Apple ha dovuto quindi sistemare la nota inserendo anche un collegamento ai documenti ufficiali della sentenza, aggiungendo tuttavia un dettaglio che ha mandato su tutte le furie la Corte di Giustizia del Regno Unito. Cupertino affermava infatti come altri tribunali in tutto il mondo, ad esempio in Germania, avessero al contrario dato ragione all’azienda della mela morsicata. Insomma, una precisazione pignola che lasciava intendere come le decisioni delle corti del Regno Unito non fossero una verità universale, visto che altrove la decisione è stata totalmente differente.

La Corte Britannica non solo ha smentito, specificando che la sua sentenza non si scontra in particolare con quanto hanno stabilito i tribunali tedeschi, ma costringe adesso Apple a risarcire Samsung di tutte le spese legali sostenute per la diatriba, come risarcimento per i danni di immagine arrecati dall’aggiunta della piccola nota prontamente rimossa, con tanto di scuse dal colosso statunitense.

Notizie su: ,