QR code per la pagina originale

Gmail, tre nuove funzionalità Labs

Google introduce nuove funzionalità Labs per Gmail, dedicate come sempre a rendere più veloce e intuitivo l'utilizzo della casella di posta.

,

Ancora novità per Gmail, dopo quella avvistata la scorsa settimana e relativa alla possibilità di allegare file da un massimo di 10 GB ai messaggi, grazie all’integrazione di Google Drive. Tocca questa volta a tre funzionalità incluse in Labs, ovvero opzioni sperimentali da attivare mediante l’apposita voce nel menu Impostazioni.

Va fin da subito specificato che quanto descritto di seguito non risulta ancora disponibile nella versione italiana del servizio, ma con tutta probabilità farà il suo esordio a breve. La prima funzione è chiamata “Send and archive” e, come dice già il nome, permette di archiviare un’email non appena inviata, così da mantenere la casella organizzata al meglio senza creare confusione.

La seconda è invece “Quote selected text” e consente di selezionare il testo di un messaggio ricevuto per citarlo nella risposta, escludendo così tutto il resto dell’email. La terza e ultima new entry, “Default reply to all”, inserisce automaticamente nell’elenco dei destinatari il mittente e tutti gli altri contatti presenti in copia conoscenza (Cc).

La sezione Labs di Gmail è stata introdotta da Google nel 2008, con l’obiettivo di fornire agli utenti più esigenti strumenti avanzati per la gestione della propria posta elettronica. Tra questi ci sono ad esempio “Annulla invio”, che per qualche secondo consente di annullare la spedizione di un messaggio inviato erroneamente, oppure la possibilità di visualizzare mappe e indicazioni stradali di Google Maps direttamente all’interno delle email.

Google non ha alcuna intenzione di cedere il passo alla concorrenza di servizi come il rinnovato Outlook.com di Microsoft (che sostituisce la storica piattaforma Hotmail) ed è costantemente impegnata per migliorare la sua casella di posta. Le tre funzionalità introdotte nei giorni scorsi in Labs ne sono la dimostrazione. Si ricorda che queste novità sono utilizzabili solo nella versione desktop del client, ma non dall’app per smartphone e tablet.

Fonte: Gmail su Google+ • Via: The Next Web • Notizie su: