QR code per la pagina originale

Wikimedia presenta Wikivoyage, anche in Italia

Wikimedia Foundation lancia il proprio 12esimo progetto ufficiale: Wikivoyage, una guida turistica aperta, disponibile anche per il territorio italiano.

,

«Una guida turistica mondiale aggiornabile, affidabile e dal contenuto libero»: si presenta con questa definizione Wikivoyage, il nuovo progetto (il dodicesimo in assoluto) della Wikimedia Foundation. Un progetto, in realtà, che affonda le radici ai primi esperimenti del 2006, ma che ora apre a tutti i propri contenuti alla ricerca di contributi e di esposizione.

Wikivoyage è attualmente disponibile in nove lingue: inglese, italiano, tedesco, olandese, francese, russo, portoghese, spagnolo e svedese. Contiene già circa 50.000 articoli, che vengono modificati e migliorati da un nucleo di circa 200 editori volontari.

Wikivoyage è attivo già a partire dal 2006 nelle edizioni tedesca e italiana, con il supporto dell’associazione tedesca non-profit Wikivoyage Association. I contributori e l’associazione hanno scelto di migrare il loro contenuto, offrendo di donare il loro marchio al nuovo progetto ospitato dalla Wikimedia Foundation: la proposta è stata approvata dal Board della WMF nell’ottobre 2012; il sito è stato spostato nei server della Fondazione ed è rimasto in versione beta fino ad oggi.

L’idea di fondo è quella per cui si possa dar vita ad una guida turistica di nuova concezione, scritta dai viaggiatori per i viaggiatori, pensata per dare informazioni aperte ed aggiornate sulle località più interessanti sul territorio. L’apertura in Italia ha una sua importanza peculiare: il nostro paese, capillarmente ricco di bellezza in ogni dove, con uno strumento quale Wikivoyage potrà espletare al meglio la propria offerta turistica. «Come collaboratori di Wikivoyage», spiega uno degli amministratori del progetto, «siamo molto entusiasti di essere diventati parte della comunità Wikimedia, e invitiamo tutti i viaggiatori a unirsi a noi nella creazione di una guida di viaggio online indipendente, non commerciale, che copre tutto il mondo. Siamo sicuri che diventerà la risorsa di viaggio numero uno sul web». Entusiasmo accompagnato da vicino dal portavoce di Wikimedia Italia, Maurizio Codogno: «I wikiviaggiatori italofoni stanno facendo un lavoro eccezionale, e confidiamo che la comunità di Wikipedia e degli altri progetti Wikimedia possa contribuire ad accrescere ancora le informazioni presenti in Wikivoyage, come sempre senza alcuna pubblicità diretta o indiretta e liberamente disponibili per chiunque».

Come sempre i contenuti del progetto saranno disponibili sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0, il che consente (ed anzi incoraggia) a «leggere, copiare, stampare, salvare, scaricare, modificare, distribuire, vendere, e aggiornare» le pagine del progetto. Ancora una volta è in questo aspetto la forza del progetto: la condivisione della conoscenza è il motore con cui il mondo “Wiki” nutre la propria forza e con il quale gli utenti entrano in simbiosi nel momento stesso in cui leggono, copiano, stampano, salvano, scaricano, modificano, distribuiscono, vendono o aggiornano contenuti di questo tipo.

Le risorse fondamentali a cui fare riferimento per il progetto italiano:

Fonte: Wikivoyage • Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni