QR code per la pagina originale

LIA: eBook per ipovedenti e non vedenti

Libri Italiani Accessibili è un catalogo online di eBook accessibili anche da persone con problemi alla vista, che raccoglie già oltre 2.500 titoli.

,

L’Associazione Italiana Editori inaugura oggi il servizio Libri Italiani Accessibili, con la presentazione avvenuta a Roma presso la Camera dei Deputati. Un catalogo online che raccoglie migliaia di eBook, realizzato con l’intento di offrire anche alle persone con disabilità visive le stesse opportunità a disposizione degli altri lettori. Dai volumi di narrativa alla saggistica, passando per novità e best seller, solo già oltre 2.500 i libri selezionati ed elencati.

LIA è la vetrina di eBook accessibili pensati per le persone non vedenti e ipovedenti. Su LIA puoi sfogliare l’intero catalogo degli eBook accessibili oppure fare una ricerca per genere, autore, titolo. Una volta selezionati i titoli di tuo interesse, puoi scegliere su quale delle librerie partner di LIA perfezionare l’acquisto. Per ciascun eBook puoi conoscere le caratteristiche di accessibilità facendo click sul bollino LIA che si trova nella scheda libro. Consultando invece la sezione “Come leggere” puoi avere informazioni sugli eBook e su quali dispositivi, software e applicazioni di lettura accessibili utilizzare per leggere gli eBook.

Sfogliando le pagine del sito ci si imbatte ad esempio in “Inferno” di Dan Brown, oppure nelle inchieste di Maigret di Simenon, libri di cucina e alcuni dei romanzi finalisti al Premio Strega, senza dimenticare la sezione dedicata ai più piccoli con “La fabbrica di cioccolato”, “I Croods” e “Le Cronache di Narnia”. L’offerta è ovviamente destinata ad ampliarsi in futuro, ma già oggi può contare sui titoli di oltre 40 marchi editoriali. Un progetto che fonde cultura e responsabilità sociale, destinato a una fetta di popolazione che non può e non dev’essere trascurata: i dati Istat del 2010 parlano di 362.000 non vedenti e 1.500.000 ipovedenti in Italia.

Le modalità di lettura a disposizione di chi ha problemi visivi sono svariate: alcuni utilizzano software che ingrandiscono molto le lettere oppure generano un forte contrasto fra testo e sfondo, altri si affidano al tatto grazie a un display Braille connesso al computer, mentre altri ancora impiegano i sintetizzatori vocali che pronunciano letteralmente le parole. Consapevole che non tutti hanno familiarità con le moderne tecnologie, LIA ha attivato (in  collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi e Ipo-vedenti), dei corsi di formazione per i formatori, ovvero per il personale sul territorio che potrà informare gli utenti sulle possibilità che Libri Italiani Accessibili offre loro per la lettura.