QR code per la pagina originale

Amazon aprirà 400 librerie

Amazon starebbe pianificando di aprire sino a 400 nuovi punti vendita Amazon Books; trattasi di librerie in vecchio stile dove comprare libri.

,

Lo scorso anno, Amazon annunciò l’apertura a Seattle di Amazon Books, un negozio reale tutto dedicato alla vendita dei libri. Un negozio in “vecchio stile” ma con evidenti influenze digitali. La vera novità che differenzia questo negozio da tutte le più classiche librerie è, infatti, che sotto ad ogni libro gli utenti troveranno un cartellino in cui scoprire il rating del volume presente all’interno di Amazon.com. Oltre a vendere libri, all’interno dell’Amazon Books i clienti potranno trovare in esposizione e provare tutti i principali dispositivi Amazon come i Kindle ed i tablet pc Fire.

Adesso, dopo aver sperimentato l’apertura della sua prima libreria, Amazon sarebbe pronto a buttarsi con maggiore decisione nel mondo dell’editoria. Il gigante dell’eCommerce sarebbe, infatti, pronto ad aprire altre 300-400 librerie in tutto il paese. La notizia, diffusa da The Wall Street Journal, arriva da Sandeep Mathrani, amministratore delegato di General Growth Properties, uno dei più grandi operatori di centri commerciali. Sandeep Mathrani non ha voluto, comunque, specificare come ha avuto queste informazioni ma trattandosi di un operatore di centri commerciali potrebbe aver avuto modo di confrontarsi direttamente con i vertici di Amazon per l’apertura degli Amazon Books in una delle sue strutture.

Amazon, tuttavia, non ha voluto commentare l’indiscrezione. In ogni caso, se davvero il colosso dell’eCommerce fosse interessato ad aprire un così alto numero di negozi fisici, ci vorranno almeno alcuni anni. Tra la ricerca dei locali e la loro eventuale ristrutturazione e l’assunzione del personale, ci potrebbe volere molto tempo prima di vedere nascere la catena di negozi Amazon Books.

Il dato oggettivo è che Amazon sembra davvero interessato ad ampliare la sua presenza nel mondo reale dopo aver, di fatto, conquistato quello virtuale. Un maggiore contatto con la gente consentirebbe ad Amazon di migliorare ulteriormente la qualità dei suoi servizi di shopping offrendo, così, ai suoi clienti un’esperienza d’acquisto sempre migliore.

Commenta e partecipa alle discussioni