QR code per la pagina originale

Concreti indizi di Windows Live Folders

LiveSide ha scorto alcuni fondati indizi relativi al nuovo servizio di storage remoto Windows Live Folders: Microsoft potrebbe presto lanciare il tutto in beta release, ma al momento il sito ha fatto solo una breve comparsa prima di tornare offline

,

Windows Live Folder potrebbe essere alle porte. Una prima versione beta sembrava aver fatto comparsa nel weekend, quando LiveSide ne ha rilevate alcune tracce in rete per vedere poi il sito segnalato portato offline e non più disponibile per le verifiche del caso. In precedenza la beta di Windows Live Folders aveva fatto capolino su Windows Connect, il sito dedicato alla proposta volontaria per la partecipazione ai nuovi programmi di beta del gruppo: anche in questo caso il programma è presto scomparso dall’elenco dei programmi disponibili.

Windows Live Folders dovrebbe rappresentare un sistema per gestire un backup gratuito e remoto dei file di proprio interesse in possesso sul proprio pc. Il sistema dovrebbe offrire un pacchetto gratuito (la cui estensione di capacità ed opzioni è presumibile sotto forma di servizio a pagamento). Le tracce rivelate da LiveSide indicano in 500Mb la possibile quota iniziale di storage, il tutto divisibile in cartelle completamente personalizzabili (un vero e proprio hard disk remoto dalle funzionalità allargate).

I contenuti potranno essere organizzati in cartelle private, (ad accesso controllato e limitato mediante login con Windows Live ID), pubbliche (aperte) o condivise (aperte ad un ristretto e selezionato numero di utenti). La beta potrebbe essere pronta all’avvio (e giungere in una settimana già densa di appuntamenti in casa Microsoft), ma al momento il sito permane in stato di offline e nessun dato ulteriore è dunque più desumibile oltre alle iniziali indicazioni LiveSide.