QR code per la pagina originale

iPhone 2.0 beta disponibile

,

Ieri è stata una importante giornata per lo smartphone/iPod di Apple. La casa di Cupertino ha infatti rilasciato iPhone 2.0 Beta, ovvero il tanto atteso SDK e il supporto di Microsoft Exchange ActiveSync.

Grazie alla Beta dell’SDK, da oggi è possibile realizzare applicazioni native per iPhone e iPod Touch.

Il software sarà in beta fino a giugno, quando Apple rilascerà la versione definitiva di iPohone 2.0.

Xcode, che permette lo sviluppo di applicazioni per Mac, sarà il pacchetto di strumenti per lo sviluppo di applicazioni anche per iPhone e iPod Touch.

Apple permetterà l’uso di tutte le API di iPhone e di numerose tecnologie di MacOSX come OpenGL, CoreAudio e CoreAnimation. Tutte le API necessarie a interagire con l’hardware specifico di iPhone, come il multi-touch e gli accelerometri, sono state raggruppate sotto il nome di CoreTouch e saranno anch’esse pienamente disponibili.

Xcode integrerà anche un emulatore di iPhone funzionante su MacOSX in grado di testare il funzionamento delle applicazioni, senza avere a disposizione il dispositivo.

Per l’evento erano disponibili delle demo di alcuni software per iPhone, sviluppati in due settimane, tra le quali una versione di AIM e alcuni videogiochi come “Spore” e “SuperMonkeyBall”.

La distribuzione dei software avverrà solo tramite iTunes ma anche direttamente sul dispositivo tramite una applicazione apposita, iTunes App Store, che si occuperà anche di segnalare tempestivamente l’uscita di eventuali aggiornamenti.

Le applicazioni gratuite saranno ospitate gratuitamente; i software a pagamento, invece, vedranno andare allo sviluppatore il 70% del ricavato mentre il 30% lo traterrà Apple stessa per il servizio.
Il prezzo dell’applicazione sarà deciso dallo sviluppatore.

Contestualmente al rilascio dell’SDK in beta, Apple ha anche lanciato per iPhone il supporto di Microsoft Exchange ActiveSync che permette di fare un deciso primo passo verso il mercato business attualmente dominato dal BlackBerry.

Grazie alla licenza di ActiveSync ottenuta da Cupertino, è infatti possibile sincronizzare in maniera trasparente la posta, i contatti e i calendari. La sicurezza della comunicazione via WiFi è garantita dal supporto per il WPA2 e dalla possibilità di effettuare la configurazione e la cancellazione remota dei dispositivi.

iPhone ha già avuto un enorme successo, ma questa volta sembra che Apple abbia fatto un ulteriore passo avanti che renderà iPhone, un dispositivo con un suo mercato estremamente vasto e renderà Apple molto più forte nei confronti della concorrenza.