QR code per la pagina originale

Craiglist: quel che era erotico, sarà per adulti

I gestori del famoso portale hanno deciso di eliminare la categoria "Erotic services", sostituita ora da una più generica sezione battezzata "Adult services". Gli annunci per adulti saranno controllati manualmente prima della pubblicazione

,

Dopo aver dichiarato guerra contro la proliferazione degli annunci illegali legati alla prostituzione e alla pedofilia, e dopo essere stato additato come una delle cause in una serie di delitti, Craiglist continua a seguire la sua strategia per crearsi una nuova reputazione. La società che gestisce il famoso portale di annunci ha da poco comunicato la decisione di rimuovere la categoria “Erotic services” dalle proprie pagine, per lasciare spazio a una nuova sezione battezzata con un più generico “Adult Services”.

«Una nuova categoria intitolata “Adult Services” sarà aperta per l’invio di annunci legali da parte dei fornitori di servizi per adulti. Ogni annuncio inserito in questa nuova categoria sarà controllato manualmente prima di apparire sul sito web, così da assicurare l’osservanza delle linee guida per la pubblicazione e le condizioni d’uso di Craiglist. I nuovi annunci costeranno 10 dollari, ma una volta approvati, potranno essere nuovamente ripubblicati al prezzo di 5 dollari» si legge nel comunicato da poco apparso sul blog ufficiale di Craiglist.

Con il controllo da parte di impiegati in carne e ossa e non tramite un sistema automatico dei contenuti per adulti, la società mira chiaramente ad allontanare quanto prima le numerose accuse mosse nel corso degli ultimi mesi dagli organi di stampa e da alcuni procuratori generali su parte dei suoi controversi servizi. Il nuovo corso prevede infatti un controllo capillare dei testi, delle fotografie e degli annunci pubblicitari pubblicati nella nuova sezione per adulti. La comparsa di tali contenuti non sarà più istantanea, ma vincolata ai tempi necessari per svolgere i dovuti controlli da parte degli impiegati di Craiglist.

«Ci sarà un tempo di attesa. Non sarà come il resto del sito dove gli annunci finiscono online dopo circa 15 minuti o meno. Non sappiamo di preciso come sarà questa attesa nel lungo periodo, sarà probabilmente più lunga rispetto ai 30 minuti inizialmente previsti. I nuovi annunci saranno unicamente controllati durante le ore di ufficio. Gli annunci inviati al di fuori delle ore di lavoro rimarranno in attesa fino alla ripresa dell’orario di ufficio» ha dichiarato Jim Buckmaster, il CEO di Craiglist impegnato in una difficile opera tesa a recuperare i rapporti con i procuratori generali che ultimamente hanno sollevato più di un semplice dubbio sulle attività veicolate dagli annunci sul famoso portale.

I detrattori di Craiglist temono che in realtà il nuovo corso intrapreso dalla società possa rivelarsi fallimentare nel contrastare gli annunci erotici illegali, generalmente legati alla prostituzione. I fornitori di questi servizi utilizzeranno probabilmente fotografie e testi meno espliciti, riuscendo ad adescare ugualmente i clienti. I responsabili del portale rifiutano questa tesi e assicurano che la nuova categoria controllata “Adult services” consentirà di ridurre sensibilmente il fenomeno degli annunci illegali a sfondo erotico e sessuale. L’efficacia del nuovo sistema potrà essere misurata probabilmente nel medio periodo, nel frattempo gli occhi dei procuratori generali di Illinois e California continueranno a essere puntati su Craiglist e i suoi annunci.

Video:IGTV: la piattaforma video di Instagram