Google Doodle per celebrare Martha Graham

La pagina principale di Google ospita oggi un’animazione inedita al posto del logo tradizionale dell’azienda. Il Doodle odierno celebra il 117esimo anniversario dalla nascita di Martha Graham, danzatrice e coreografa statunitense ritenuta da molti come la più grande esponente di questa arte in tutto il XX secolo. Nata a Pittsburgh l’11 maggio 1894, Graham si

La pagina principale di Google ospita oggi un’animazione inedita al posto del logo tradizionale dell’azienda. Il Doodle odierno celebra il 117esimo anniversario dalla nascita di Martha Graham, danzatrice e coreografa statunitense ritenuta da molti come la più grande esponente di questa arte in tutto il XX secolo. Nata a Pittsburgh l’11 maggio 1894, Graham si è spenta a New York il 1 aprile 1991, all’età di 96 anni.

Dalla biografia dell’artista emerge come fin dall’adolescenza scelse la strada della danza. Un evento in particolare segnò la sua crescita, quando nel 1911 assistette a una rappresentazione di Ruth St. Denis. In seguito Martha Graham iniziò i suoi studi, che la portarono a debuttare a New York con coreografie proprie all’età di 32 anni.

Da allora alcuni decenni costellati di successi e riconoscimenti, fino alla decisione di abbandonare i palchi dopo un’ultima esibizione avvenuta negli anni ’70, presa in seguito all’insorgere di alcune problematiche di tipo personale.

Nel corso della sua carriera ebbe modo di insegnare anche a protagonisti celebri del cinema e della musica, primi fra tutti Woody Allen e Madonna. Dopo il suo ritiro, le furono assegnate due prestigiose onorificenze: la Medaglia Presidenziale della Libertà (1976) dal presidente Gerald Ford e la Légion d’Honneur (1984) dal governo francese.

Quello di Martha Graham non è che l’ultimo Google Doodle realizzato dal colosso dei motori di ricerca. Soltanto la scorsa settimana avevano fatto la loro comparsa le simpatiche immagini dedicate allo scrittore e illustratore Roger Hargreaves, mentre a fine aprile bigG aveva scelto di celebrare l’ornitologo James Audubon.

Ti potrebbe interessare