QR code per la pagina originale

SpaceX porta al debutto il nuovo Falcon 9

L'ultima evoluzione del Falcon 9 di SpaceX dovrebbe rendere finalmente più economico il riutilizzo dei razzi nelle missioni spaziali.

,

Oggi, SpaceX effettuerà un nuovo lancio di un satellite. All’apparenza potrebbe sembrare una missione di routine ma invece non sarà così. L’azienda spaziale di Elon Musk porterà al debutto la versione Block 5 del suo razzo Falcon 9. Block 5 è stato progettato per migliorare la riusabilità dei Falcon 9, per fare in modo di rendere più facilmente riutilizzabili i razzi per le missioni successive ed abbattere, così, i costi dei lanci.

Anche se sino ad ora SpaceX è riuscita a far atterrare i sui razzi dopo ogni lancio, il loro riutilizzo è sempre molto costoso. Infatti, i razzi vengono smontati e revisionati completamente ogni volta. Trattasi di una procedura molto lunga e soprattutto molto onerosa. Con l’arrivo di Block 5, tempi e costi dovrebbero scendere sensibilmente. Per esempio, i motori hanno una nuova schermatura termica per proteggerli dalle alte temperature durante il passaggio attraverso l’atmosfera. Inoltre, le alette a griglia, che sono usate per guidare il razzo dallo spazio, sono fatte adesso di titanio, quindi non prenderanno fuoco sulla via del ritorno verso la Terra. La struttura che tiene ancorati i motori sul fondo del razzo è ora imbullonata, non saldata, per rendere più facile lo smontaggio e l’ispezione.

Se questi ed altri accorgimenti dovessero davvero accorciare i tempi di revisione, SpaceX dovrebbe davvero iniziare a vedere quei risparmi economici auspicati come obiettivo finale del suo progetto di rendere i razzi orbitali riutilizzabili.

Se l’azienda spaziale di Elon Musk dovesse centrare anche questo obiettivo, i risparmi consistenti ottenuti dovrebbero permettere di iniziare a finanziare i progetti futuri come le missioni su Marte e la costruzione del nuovo razzo BFR.

Secondo Elon Musk, il nuovo Falcon 9 nella sua ultima declinazione potrà essere utilizzato fino a 100 volte con una revisione minima. Trattasi di una previsione forse un po’ ottimistica ma anche se i razzi potessero essere riutilizzati solo una decina di volte sarebbe già un grande successo.

Tuttavia, per ottenere i risparmi auspicati, SpaceX non dovrà solo disporre di razzi più facili da revisionare perché dovrà anche ridurre le forza lavoro addetta alle revisioni. Obiettivo che potrà raggiungere solamente se effettivamente il nuovo Falcon 9 potrà davvero essere revisionato con maggiore facilità.

Block 5, inoltre, sarà l’ultima evoluzione del Falcon 9 visto che la società si concentrerà sullo sviluppo del futuro BFR. Se il Block 5 riuscirà a dimostrare la sua affidabilità, potrà essere utilizzato anche dalla NASA per le future missioni umane.

Fonte: The Verge • Immagine: SpaceX