QR code per la pagina originale

Samsung Bixby 2.0 supporterà anche l’italiano

Nell'app Bixby del Galaxy Note 9 è presente un menu nascosto che permette di scegliere l'italiano, quindi il supporto per la nostra lingua arriverà presto.

,

Una delle novità software introdotte con il Galaxy Note 9 è Bixby 2.0. Durante l’evento Unpacked di inizio agosto, il produttore ha illustrato le principali funzionalità dell’assistente personale e ora gli esperti di XDA Developers hanno scoperto nel codice riferimenti alla lingua italiana. Nei prossimi mesi potrebbe essere rilasciato un aggiornamento che attiva il supporto per il nostro idioma.

Il produttore coreano ha apportato qualche modifica all’interfaccia utente. La maggioranza dei miglioramenti sono stati effettuati sul back-end, quindi non immediatamente visibili. Bixby Voice risponde più velocemente e può avere conversazioni più lunghe. Samsung ha aggiornato gli algoritmi di riconoscimento vocale in modo da fornire risultati riferiti al contesto. Non è ad esempio necessario specificare il soggetto, in quanto l’assistente capirà che si tratta dello stesso argomento trattato in precedenza. Inoltre le risposte sono più personali perché comprende le abitudini dell’utente.

Dopo aver estratto l’app Bixby da un Galaxy Note 9 e averla installata su un Galaxy S9+, gli esperti di XDA Developers hanno trovato un menu di debug nascosto con l’opzione per scegliere otto lingue. Oltre alle tre già offerte in maniera ufficiale (inglese USA, coreano e cinese mandarino) ci sono anche tedesco, francese, spagnolo, inglese UK e italiano. Ciò indica che lo sviluppo è in corso, ma non è ancora noto quando verrà rilasciato l’aggiornamento.

Bixby 2.0 non rimarrà un’esclusiva del Galaxy Note 9, in quanto arriverà anche su altri smartphone e supporterà molti prodotti dell’ecosistema SmartThings: TV, frigoriferi, lavatrici, condizionatori, smart speaker, forni, aspirapolvere robot e smartwatch. L’obiettivo di Samsung è offrire funzionalità e servizi confrontabili con quelli di Google, ma il compito è piuttosto arduo.

Samsung Galaxy Note 9

Il Samsung Galaxy Note 9 è giustamente identificato come il re dei phablet. Questo dispositivo, infatti, è stato espressamente progettato per i professionisti che cercano un valido supporto alle loro attività lavorative. L’elemento distintivo di questo prodotto è il pennino S-Pen che permette di poter interagire rapidamente a schermo per prendere appunti o per disegnare. Inoltre sono presenti alcuni applicativi esclusivi espressamente dedicati alla produttività.

Anche il resto delle specifiche non è da meno. Il display Super AMOLED può contare su di una diagonale da ben 6,4 pollici con risoluzione Quad HD+ (2960×1440 pixel). Nessun problema anche sul fronte delle prestazioni grazie al performante processore Exynos 9810 con 6 GB di memoria RAM. Molto curato anche il comparto fotografico grazie alla presenza di una doppia fotocamera posteriore in grado di scattare ottime foto pure in condizioni di bassa luminosità.

Samsung Galaxy Note 9 è disponibile nei tagli di memoria da 128 GB e 512 GB. Prezzi a partire da 1.029 euro. (Scopri gli sconti di Amazon)

Samsung Galaxy S9+

Il Samsung Galaxy S9+ è un ottimo smartphone Android di fascia alta, un prodotto in grado di essere utilizzato sia per svago che per lavoro. Le sue specifiche tecniche, infatti, garantiscono prestazioni ottimali in tutti i frangenti d’uso. Display Super AMOLED da 6,2 pollici con risoluzione QHD+ da 2960 x 1440 pixel e processore Exynos 9810 con 6 GB di memoria RAM. Nessun problema nemmeno sul fronte fotografico grazie alla presenza di una doppia fotocamera posteriore in grado di catturare scatti e video di ottima qualità. Certificazione IP68 per resistere anche alla polvere e all’acqua.

Buona l’autonomia grazie alla presenza di una batteria da 3500 mAh. Disponibile con tagli di memoria da 64 GB e 256 GB. Prezzi a partire da 999 euro. (Trova le offerte di Amazon)