QR code per la pagina originale

MacBook Pro: disponibili le nuove GPU Radeon Vega

Sono finalmente disponibili gli aggiornamenti hardware per MacBook Pro da 15 pollici, con la possibilità di scegliere le nuove GPU Vega 16 e Vega 20.

,

Sono finalmente disponibili i nuovi MacBook Pro 2018 di Apple, aggiornati alle nuove schede grafiche Vega 16 e Vega 20 di AMD Radeon. La disponibilità era stata annunciata pochi giorni fa dallo stesso chipmaker, per un lancio preventivato entro la fine di novembre.

I nuovi MacBook Pro sono disponibili dalla giornata di ieri e incorporano, nella versione da 15 pollici, le nuove GPU Radeon Vega 16 e 20, associate a 4 GB di RAM di tipo HBM2. Rispetto alle precedenti Radeon Pro 560X, le nuove unità di elaborazione grafica dovrebbero garantire delle performance del 60% più elevate.

L’implementazione di una memoria HBM2, confrontata alle precedenti GDDR5, offre una maggiore ampiezza di banda per singolo chip con un minore consumo energetico. Inoltre, essendo integrata nella stessa GPU, libera spazio fisico sulla scheda logica di MacBook Pro.

Contestualmente alla disponibilità dei nuovi MacBook, Apple ha ampliato il supporto alle sue GPU esterne, con l’arrivo di Blackmagic eGPU Pro equipaggiate con soluzioni Radeon RX Pro Vega 56. Collegate al Mac tramite le porte ThunderBolt 3, offrono enormi prestazioni in termini di elaborazione grafica, realtà virtuale e gaming, rappresentando una valida alternativa alle GPU integrate direttamente sulla scheda logica.

Le opzioni Vega 16 e Vega Pro vengono abbinate all’edizione di MacBook Pro da 15 pollici con storage più ampio e processore più potente, dall’i7 a 2.6 GHz e successivi, e richiedono un costo aggiuntivo rispettivamente di 300 o 420 euro. In alternativa, è possibile rimanere alle configurazioni precedenti, optando per la Radeon Pro 560X con 4 GB di RAM. Un update interessante, di conseguenza, per tutti i professionisti che necessitano di grande potenza grafica anche sul laptop e in mobilità, ad esempio per la gestione di grandi lavori di fotoritocco, videoediting, realtà virtuale e aumentata, nonché il ben più classico e divertente gaming.

Fonte: AppleInsider • Immagine: Unsplash