QR code per la pagina originale

Xbox Series X e PS5 rinviate per il coronavirus?

Xbox Series X e PS5 rischiano di subire uno slittamento a causa del coronavirus, che potrebbe rallentare la produzione hardware.

,

Xbox Series X e PS5, console di nuova generazione rispettivamente di Microsoft e Sony, sono previste per la fine del 2020 ma non è da escludere che il loro debutto possa essere rinviato a causa del coronavirus. L’epidemia che sta scatenando il panico in Cina e creando allarmismo in tutto il mondo, nel caso in cui non venisse fermata nel breve periodo, potrebbe rallentare la produzione di unità e quindi influenzare il quantitativo di scorte disponibili al lancio.

D’altro canto, il numero di morti e di infetti in crescita crea una certa preoccupazione al governo cinese (e non solo), impegnato a contrastare in ogni modo possibile la diffusione del virus in attesa che si trovi una cura. Le autorità hanno dunque cercato di evitare il più possibile le attività industriali e pubbliche, così da ridurre ai minimi termini le possibilità di contagio. Le grandi aziende anche, come Google, hanno temporaneamente chiuso i propri uffici sul territorio cinese.

Acquista su Amazon:
Xbox One X (1TB) a 304,90 euro

Sebbene il software delle console non sia sviluppato direttamente in Cina, è la produzione hardware a essere di solito compito dei cinesi. La banca multinazionale americana indipendente Jefferies Group, ha così evidenziato:

Il settore dei videogiochi sta attualmente producendo o sta iniziando a produrre una nuova generazione di console per le festività del 2020. Se la pausa delle società superasse un mese, la tabella di marcia subirà per forza di cose un ritardo. Le scorte delle nuove console potrebbero anche scarseggiare a causa di un’interruzione prolungata.

Nel peggiore dei casi, quindi, il debutto di Xbox Series X e PS5 potrebbe non avvenire quest’anno, ma nel 2021. La speranza è comunque quella di riuscire a trovare una cura il più in fretta possibile.