QR code per la pagina originale

Bonus PC e internet fino a 500 euro: chi può richiederlo?

Ecco i primi dettagli del Bonus PC e Internet che darà fino a 500 euro a famiglia per l’acquisto di servizi internet e dispositivi connessi.

,

La prima fase dell’epidemia di coronavirus COVID-19, caratterizzata in Italia e molti altri Paesi del Mondo da diversi mesi di lockdown, didattica a distanza e il cosiddetto smart working, ha accentuato ancora di più il già profondo divario digitale nel nostro Paese.

Migliaia di giovani studenti hanno avuto enormi difficoltà a poter seguire le lezioni a distanza perché in casa non c’era un dispositivo adatto o, se c’era, doveva essere diviso tra i vari membri del nucleo familiare, ognuno con esigenze e tematiche differenti. Il Bonus PC e Internet 2020, un pacchetto di aiuti da 200 milioni di euro per l’Italia approvato dall’Unione Europea, servirà a colmare il più possibile questo divario.

Il Bonus PC e Internet 2020 in Italia si tradurrà in un bonus fino a 500 euro per l’acquisto di servizi internet a banda ultralarga e dispositivi connessi da parte di famiglie a basso reddito. La Ministra per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione, Paola Pisano ha fornito qualche dettaglio in più in un’intervista al Corriere Della Sera, spiegando chi potrà fare richiesta e come funzionerà.

A poter beneficiare del bonus saranno le famiglie con un reddito ISEE inferiore ai 20 mila euro. Si tratterà a tutti gli effetti di un voucher fino a 500 euro con cui si potranno acquistare servizi di connessione Internet velocissima (almeno 30 Mbps), ma anche computer e tablet necessari per la navigazione online.

Il bonus dovrebbe essere diviso in due parti: fino a 200 euro a famiglia saranno destinati alle connessioni veloci, mentre fino a 300 euro si potranno utilizzare per acquistare un tablet o uno smartphone.

La buona notizia, ma si attendono ulteriore conferme e come al solito non sono esclusi possibili slittamenti, è che il Bonus PC e Internet 2020 dovrebbe partire tra poche settimane, subito dopo l’estate e in tempo per il ritorno a scuola.