Facebook annuncia Bulletin, il concorrente di Substack

Facebook si lancia nel mercato delle newsletter in abbonamento con il suo nuovo servizio, Bulletin. Per ora non è prevista nessuna commissione.

Parliamo di

Facebook si espande ancora ed entra anche nel business delle newsletter in abbonamento. La società di Mark Zuckerberg ha infatti annunciato un nuovo servizio chiamato Bulletin, che consente agli autori, dai giornalisti agli scrittori alle aziende, di pubblicare newsletter gratuite e a pagamento che possono essere pubblicate sul Web, inviate alle caselle di posta degli abbonati e condivise su Facebook. Un servizio non dissimile da quello offerto Substack, una delle piattaforme di maggior successo nel settore, ma con un’importante differenza: Facebook non richiederà nessuna commissione agli autori “al momento del lancio”, rispetto alla concorrenza che invece trattiene il 10 per cento delle entrate totali di ogni newsletter. Inoltre gli utenti manterranno la piena proprietà del loro lavoro e dell’elenco degli abbonati.

Il servizio newsletter per scrittori di Facebook


La nuova piattaforma, per ora disponibile in beta solo per alcuni utenti, mira ad aiutare tutti coloro che hanno a che fare con l’ambiente delle pubblicazioni o che hanno comunque necessità di pubblicizzare e far conoscere le proprie attività. In particolare gli scrittori indipendenti, che Bullettin aiuterà “a raggiungere un nuovo pubblico e a potenziare le loro attività”, ha dichiarato il CEO di Facebook Mark Zuckerberg.

Al momento del lancio della beta della piattaforma, slegata dal social network e che opererà quindi in piena autonomia, l’azienda ha coinvolto, tra gli altri, alcune celebrità come il giornalista e sociologo canadese Malcolm Gladwell, lo stilista, personaggio televisivo e scrittore britannico-americano Tan France e la giornalista sportiva Erin Andrews, per coprire una vasta gamma di argomenti, dallo sport e la finanza alla scienza e alla medicina.

Altri scrittori verranno aggiunti “nel tempo”, prima di rendere la piattaforma disponibile su più vasta scala. Zuckerberg ha affermato in tal senso che Bulletin fa parte della missione di Facebook di continuare a far crescere i suoi strumenti di monetizzazione dei creatori, in quanto “vogliamo supportare milioni di persone che svolgono lavori creativi“. Bulletin, ovviamente, per ora non accetta iscrizioni, ma col tempo, quando aprirà a esse, sarà possibile supportare direttamente i creatori e sbloccare contenuti esclusivi iscrivendosi alle loro pubblicazioni in modo semplice e sicuro con Facebook Pay, avendo quindi accesso ad articoli, podcast e altro da una vasta gamma di creatori, conversazioni con i gruppi riservati agli iscritti e audio dal vivo.

Ti potrebbe interessare