QR code per la pagina originale

AT&T acquista Ingenio e adotta il pay-per-call

AT&T acquisterà Ingenio, azienda di pubblicità online specializzata nella tecnologia del pay-per-call. L'acquisizione colloca il colosso dei telefoni USA al fianco delle principali compagnie di advertising online come Google e Yahoo

,

AT&T, il più grande gestore di telefonia mobile e fissa degli Stati Uniti, acquisterà l’azienda di pubblicità online Ingenio entrando in competizione con le principali company di Web advertising. Il colosso delle telecomunicazioni statunitense non ha ancora fornito dati ufficiali sull’entità della transazione, che potrebbe rivoluzionare il già movimentato mercato della pubblicità in Rete. A differenza di molti concorrenti, tra cui spicca Google Adsense, che utilizzano l’ormai affermato sistema del pay-per-click, Ingenio utilizza la tecnologia del pay-per-call basato su un riscontro telefonico per verificare l’effettiva efficacia dei messaggi pubblicitari.

Il sistema utilizzato da Ingenio consente di misurare la reale capacità di una annuncio di attirare l’interesse degli utenti, invitati a compiere una telefonata gratuita per accedere alle informazioni complete della pubblicità che hanno visualizzato. Questo genere di annunci può essere pubblicato sui siti online, sui servizi Web appositamente studiati per i cellulari e sulla tradizionale carta stampata. Il pay-per-call tiene traccia dei numeri di telefono e delle chiamate effettuate dagli utenti: così facendo gli inserzionisti pagano il servizio in base a dati oggettivi, scongiurando il rischio di click fraudolenti, mentre chi ospita il messaggio pubblicitario riceve una percentuale per ogni telefonata verificata da Ingenio.

AT&T ha dichiarato di voler integrare la funzione offerta da Ingenio nel proprio portale yellowpages.com, luogo virtuale di ricerca di indirizzi e numeri di telefono ideale per integrare il servizio di pubblicità con verifica telefonica. Ingenio, inoltre, offre l’opportunità di utilizzare i messaggi pubblicitari anche agli inserzionisti sprovvisti di un sito Web. A differenza del pay-per-click, che necessariamente deve condurre allo spazio online di chi ha pubblicato l’annuncio, il pay-per-call mette l’utente in contatto con l’inserzionista attraverso un semplice numero telefonico. La tecnologia di Ingenio è già utilizzata da AOL e da MSN, che propongono inserzioni con pay-per-call per gli utenti che accedono ai servizi dei rispettivi portali da telefono cellulare.

Nell’annunciare la propria intenzione di acquisire Ingenio, AT&T ha dichiarato di voler mantenere inalterato l’attuale management della società e il numero di impiegati, che al momento si aggira intorno alle 120 unità. Secondo la compagnia telefonica, l’accordo definitivo potrebbe essere già stipulato entro gennaio del prossimo anno. L’operazione dimostra il crescente interesse verso l’emergente tecnologia del pay-per-call, che potrebbe raggiungere nei prossimi anni considerevoli volumi di mercato. Il sistema di verifica telefonico porrebbe, inoltre, fine all’annoso problema dei click fraudolenti sugli annunci pubblicitari, combattuti da Yahoo e Google con continui aggiornamenti degli algoritmi sviluppati per il loro pay-per-click.

Notizie su: