QR code per la pagina originale

StarOffice 9, la nuova sfida con Microsoft

Sun presenta un'anteprima di StarOffice 9: supporto avanzato al PDF, migliori filtri da e per OOXML, versione nativa per Mac e integrazione del client di posta elettronica Thunderbird. Tante armi nuove contro un nemico di vecchia data: Microsoft Office

,

Parallelamente allo sviluppo di OpenOffice 3, Sun sta preparando la nona versione della sua suite di ufficio StarOffice, che di OpenOffice è l’incarnazione proprietaria, arricchita con funzioni avanzate e contenuti (file multimediali, modelli e clipart) più numerosi e professionali.

Con l’arrivo della seconda beta Sun ha deciso di aprire il testing al pubblico: StarOffice 9 Beta2 è disponibile per il download per Linux, MacOSX (solo Intel), Solaris (sia Sparc che Intel) e ovviamente Windows. Questa beta si basa sul codice della build 9328 di OpenOffice 3.0, corrispondente alla Beta2 rilasciata il 7 luglio scorso. La novità principale è rappresentata dalla versione per MacOSX che, dopo un attesa di parecchi anni, mantiene la promessa di funzionare nativamente sui computer della mela, senza aver bisogno del sottosistema X11, con tutti i problemi che questo comportava.

StarOffice 9 porterà inoltre con sé una migliore gestione del formato PDF, dal quale sarà possibile l’importazione oltre che l’esportazione. Restando nell’ambito dei formati, Sun intende spingere al massimo il formato Open Document, che ricordiamo è standard ISO/IEC 26300. Per l’occasione l’ODF è stato aggiornato alla versione 1.2, che dovrebbe a breve essere ratificata dall’ISO e aggiunta alla definizione dello standard ufficiale. Un occhio di riguardo è stato riservato anche ai formati Microsoft e in particolare al formato OOXML, anch’esso approvato come standard ISO anche se con numerose polemiche e qualche sospetto.

Microsoft Office resta comunque il nemico da battere e, per meglio competere, StarOffice e OpenOffice si doteranno di un sostituto di Outlook, fino ad ora grande assente dalle suite marchiate Sun. La scelta è ricaduta su Mozilla Thunderbird in accoppiata con Lightning, un’estensione per la gestione dei calendari.

Secondo gli attuali piani StarOffice non dovrebbe includere direttamente il client di messaggistica di Mozilla, ma presenterà piuttosto un’integrazione nativa con il software cugino di Firefox. Non è escluso, tuttavia, che in seguito alla presentazione di Thunderbird 3.0, attualmente in fase di sviluppo (la versione stabile è prevista per la fine dell’anno), Sun non decida di includerlo direttamente all’interno della propria suite per offrire un prodotto completo alla prima installazione.

Per poter scaricare e provare StarOffice 9 Beta2 è obbligatorio registrarsi sul sito di Sun e accettare una licenza di Technology Evaluation con cui l’utente si impegna a fare non più di cinque copie del software scaricato e a fornire un feedback sul test in corso con frequenza bisettimanale. La beta ha una validità di 90 giorni ed è disponibile in 12 lingue, italiano compreso. La versione stabile dovrebbe raggiungere gli scaffali all’inizio del quarto trimestre di quest’anno.

Notizie su: