QR code per la pagina originale

Google Chrome, un update contro i bug

È disponibile un update per il browser Chrome, rilasciato tramite il servizio di aggiornamento indirizzato agli sviluppatori. Ben 31 i bug corretti, tra cui alcuni fix in grado di migliorare la compatibilità del browser Google con Hotmail

,

Ad una settimana di distanza dal lancio della versione 1.0 di Google Chrome, ecco giungere un primo aggiornamento in grado di eliminare i numerosi bug che erano rimasti intrappolati all’interno della prima release definitiva del software ed apportare alcuni correttivi in grado di risolvere i problemi che alcuni utenti avevano riscontrato con il servizio Hotmail. Google Chrome 1.0.154.39 è però temporaneamente accessibile solamente attraverso il Dev Channel, il quale offre la possibilità di testare gli ultimi aggiornamenti in anteprima.

L’update, etichettato come “bugfix-only“, non introduce di conseguenza nuove funzionalità e non incrementa il livello di sicurezza del browser, ma introduce ben 31 correttivi mirati ad eliminare altrettanti bug venuti alla luce con l’utilizzo della versione 1.0. Tra i bugfix posti in evidenza all’interno delle note di rilascio, appaiono due fix mirati a migliorare l’interoperabilità con Hotmail (r7048-7049), uno indirizzato ad Internet Explorer (r6929) e l’aggiunta del tasto F1 come “acceleratore” per “Help” (r6842).

Mark Larson, program manager di Chrome, ha posto in evidenza all’interno di un suo post la rinnovata compatibilità con Hotmail, rispondendo così ad una delle esigenze più sentite tra gli utenti. Purtroppo, i commenti sembrano essere alquanto discordanti: se da un lato per alcuni utenti l’aggiornamento sembra aver assolto appieno la sua funzione, dall’altro si lamentano ancora malfunzionamenti. Esiste comunque un workaround, illustrato dalla stesso Larson, in grado di arginare il problema camuffando Chrome da Safari agli occhi di Hotmail e da utilizzarsi come alternativa o in congiunzione all’aggiornamento.

È bene ricordare come gli aggiornamenti disponibili tramite il Dev Channel siano ancora meno stabili delle versioni beta rilasciate tramite il canale ufficiale di aggiornamento. Da utilizzarsi quindi con estrema cautela.

Notizie su: