QR code per la pagina originale

In Olanda YouTube è sul grande schermo

,

Ogni sera, del primo lunedì del mese, in una sala del teatro De Uitkijk di Amsterdam, sembra di stare davanti al PC. Infatti è possibile vedere sul grande schermo i migliori contenuti del famoso portale video YouTube.

I cinefili che hanno avuto questa originale idea sono quelli del portale uploadcinema.nl e il loro progetto è senza dubbio molto interessante: costruire una community reale che si ritrova mensilmente in teatro per assistere, e per commentare, le creazioni video presenti su YouTube, scelte di volta in volta in base ad un tema proposto preventivamente all’interno del sito.

I portali video e i social network stanno cambiando molto il mondo del cinema. Da qualche anno, infatti, il Web viene utilizzato dalla case cinematografiche per attirare il pubblico sia come vetrina dove esporre i trailer, sia come distributore di contenuti extra, esclusivi per i siti dedicati ai film.

Non dimentichiamo, inoltre, che molti artisti indipendenti hanno trovato nel Web una vetrina mondiale per le loro realizzazioni. La possibilità di interagire con gli utenti/spettatori è una componente innovativa e molto importante che caratterizza questo cambiamento nel mondo del cinema.

Grazie alla rete sono nati tantissimi video-maker amatoriali che si sbizzarriscono a realizzare filmati di qualunque genere, da quelli musicali a quelli divertenti, dai video dimostrativi a quelli promozionali.

Il tutto, però, rimane sempre legato alla fruizione casalinga dei singoli utenti e raramente esce da quest’ambito. E sta qui l’intuizione degli ideatori di Upload Cinema, che hanno pensato ad una dimensione collettiva della visione e del commento.

Date le modeste dimensioni del teatro, al momento la partecipazione all’iniziativa di Upload Cinema è riservata solo ai membri. È possibile entrare a far parte della community tramite invito, oppure proponendo agli organizzatori, da un’apposita sezione del sito, un proprio film che sia stato previamente caricato su YouTube.

Notizie su: