QR code per la pagina originale

CSpace: la chat P2P sicura

,

Al contrario di quanto suggerisca il senso comune, il P2P non è semplicemente un universo dedito allo scambio illegale di file protetti da copyright. Le stesse tecnologie possono essere usate anche per altri scopi, come ad esempio, una chat criptata. Stiamo parlando di CSpace, un software graficamente molto simile a Gajim, uno dei client principali di Jabber, ma integrato su una piattaforma interamente P2P.

Il funzionamento è semplice, quanto sicuro: gli utenti sono identificati in rete soltanto da una chiave numerica, anche se localmente possono comparire anche dei nomi; ogni dato è criptato tramite OpenSSL e la connessione avviene, per l’appunto, senza passare per server, ma tramite peer to peer, da utente a utente.

Il software, rilasciato sotto GPL, è disponibile sia per Windows che per i sistemi GNU/Linux.

Certamente il numero di funzioni attive non mancherà di deludere gli utenti di altre piattaforme chat: CSpace permette soltanto una chat testuale, un trasferimento dati e un sistema di controllo remoto, basato su VNC. La difesa della privacy che però assicura lo rende un programma interessante e vitale in quei paesi dove non vengono rispettati i diritti civili, politici e informatici, e per tutti quegli utenti che vogliono assicurarsi di non essere letti da terzi. Un ultima curiosità, il protocollo di connessione P2P è sviluppato a partire da Kademilia.

Notizie su: