QR code per la pagina originale

Yahoo, effetto Dapper

Yahoo ha fatto proprio il gruppo Dapper per ottimizzare il proprio display advertising difendendo così il proprio mercato dalle ambizioni Google

,

Yahoo ha fatto proprio il gruppo Dapper, azienda con cui già in passato collaborava e con cui ora gestirà una integrazione profonda dei rispettivi servizi per migliorare la resa dell’advertising sulle pagine gestite dal gruppo di Sunnyvale.

Per certi versi l’acquisizione annunciata da Yahoo è una risposta diretta alle ambizioni palesate da Google nei giorni scorsi: se Google ha in mente inserzioni “sexy” da portare sul mercato del display advertising (comparto in cui Google ancora non ha saputo dimostrare le stesse capacità evidenziatesi con gli annunci testuali), Yahoo ha invece ora in mano un gruppo che nutre l’ambizione di migliorare ulteriormente l’efficacia delle inserzioni aumentando l’attenzione dell’utente ed attirando un maggior numero di click.

Ignota la somma dell’accordo, ma la valutazione è indicata nell’ordine dei 100 milioni di dollari circa. Fondata nel 2006 da Eran Shir e Jon Aizen (e già forte di un portfolio con nomi quali AdBrite, AOL, DoubleClick, Expedia, Kayak, Microsoft e PubMatic), Dapper sarà assorbita in Yahoo già entro la fine dell’anno in corso. Grazie a questa operazione Yahoo sarà ora in grado di migliorare la scelta delle immagini e degli annunci da utilizzare nei banner, trasformando così le inserzioni in spazi ottimizzati sulla base delle caratteristiche dell’utente, la sua posizione, la sua età ed altre informazioni ricavabili durante la navigazione. Ottimizzare l’annuncio significa ottemperare ad una necessaria ottimizzazione creativa degli spazi occupati, ricavandone così risultati maggiori in virtù della maggior personalizzazione risultante.

Così i fondatori del gruppo plaudono l’accordo tra le parti:

Combinando la creatività dinamica di Dapper e lanostra piattaforma di asta real-time con il leader odierno del display advertising, ci aspettiamo di portare agli inserzionisti ed alle aziende una maggior efficienza e migliorate performance

Notizie su: