QR code per la pagina originale

Limera1n, ecco il jailbreak per iOS 4.1

Geohot spiazza tutti, e rilascia il suo tool per il jailbreak di iOS 4.1: una nuova sfida vinta per il giovane hacker

,

Una mossa a sorpresa, una di quelle uscite improvvise quando meno te l’aspetti, ed il jailbreak è servito. Dopo diversi mesi di inattività, conditi dalla chiusura del suo account Twitter e un bel cartello “riservato” sul suo blog, il celebre hacker George Hotz, meglio noto come Geohot, ha rilasciato Limera1n, il nuovo tool per sbloccare i dispositivi targati Apple effettuando quello che è universalmente riconosciuto come jailbreak.

Il rilascio ha suscitato stupore tra gli addetti ai lavori, soprattutto perché il 10 Ottobre era la data prevista per il rilascio di Greenpois0n, altro strumento per il jailbreak, da parte del Chronic Dev Team. Il gruppo di sviluppatori che si occupa di rintracciare falle nei sistemi operativi mobile di Apple per effettuare il jailbreak aveva infatti cerchiato sul calendario la data 10/10/10, con il rilascio previsto al pubblico alle ore 10:10:10.

Da qualche giorno qualcosa si muoveva anche sul fronte Geohot: sabato 9 su Twitter iniziano a girare alcune voci, mischiate a foto tutte da verificare, riguardanti proprio Limera1n. Da più parti giunge notizie di un rilascio previsto per il giorno 11, in cui sarebbe caduto l’anniversario dell’arrivo di Blackra1n, un altro dei lavori realizzati dal giovane hacker. A conferma di tutto, un semplice WHOIS al dominio limera1n.com mostrava “George Hotz” alla voce owner.

Poi, a sorpresa, sul sito in questione compare una nuova pagina, con tanto di spiegazione e link per il download dell’eseguibile necessario al jailbreak. Il Dev Team resta spiazzato, e dopo una breve consultazione da parte dei relativi membri si decide di rimandare Greenpois0n: inutile sprecare SHAtter, la falla sulla quale si basa tale strumento, ora che è possibile effettuare il jailbreak con Limera1n. Rilasciare Greenpois0n avrebbe significato dare in mano ad Apple ben due falle da risolvere con un solo aggiornamento, e per iOS 4.2 sarebbe stata dura cercarne di nuove.

Nel breve tempo trascorso dal rilascio, sono state ben 4 le versioni di Limera1n rilasciate, tutte etichettate come Beta e rigorosamente disponibili per ambienti Windows: l’edizione Mac, promette Geohot, giungerà a breve. Il jailbreak, spiega lo stesso hacker, è di tipo untethered, ovvero ad ogni riavvio del dispositivo non è necessario rieseguire tutte le operazioni. Funziona con iOS 4.1 ed agisce a livello di bootroom. I dispositivi coperti da questo nuovo strumento sono iPhone 4 e 3GS, iPod Touch 3G e 4G, iPad ed Apple TV.

Notizie su: