QR code per la pagina originale

MacBook Air, altro che netbook

Il nuovo MacBook Air risulta essere nettamente superiore a moltissimi dei netbook in commercio, con prestazioni eccellenti

,

MacBook Air batte netbook: il verdetto dei test effettuati da PCWorld è netto e schiacciante, con tutta gioia dei dirigenti di Cupertino. La nuova linea di portatili ultraleggeri di Apple ha portato una ventata d’aria fresca nel settore, collocando i due modelli a cavallo tra netbook e notebook.

Le dimensioni ed il peso da netbook non devono infatti trarre in inganno, in quanto sul campo il MacBook Air sa dare filo da torcere a molti dei più comuni portatili. Il banco di prova utilizzato da PcWorld è stato Windows 7, installato sui due modelli di MacBook Air (11″ e 13″) tramite Apple Boot Camp, così da ottenere un responso indipendente dal sistema operativo, ma fortemente collegato al lato hardware delle macchine. Le misure sono state effettuate sulla base di WorldBench 6, strumento per effettuare benchmark di computer di vario genere, ed utilizzando alcuni videogiochi, sufficientemente esosi in termini di risorse.

Il modello da 11 pollici, più direttamente associabile al mercato netbook per le dimensioni del display e per il peso (poco più di 1 Kg), è stato confrontato con alcuni dei principali nomi del settore, appartenenti ai segmenti netbook di aziende come Asus, Acer, MSI, Lenovo, Samsung e HP. La configurazione hardware utilizzata è quella base, relativa all’edizione con spazio di archiviazione da 128 GB. Il punteggio finale al termine del match è stato di 74 a 45 per il MacBook Air, con l’ultimo punteggio che rappresenta la media dei vari netbook testati. Ottime le prestazioni anche in fase di gioco, con immagini che scorrevano sul display ad una frequenza di 23 frame al secondo. L’unica voce in cui la colonnina dei punti dei netbook è stata più alta di quella del rivale targato Apple è stata quella relativa alla durata della batteria, con il MacBook Air che è riuscito a raggiungere un limite di 4 ore continuative di lavoro.

Sullo stesso filone anche i test effettuati sul modello da 13″, messo a confronto però con un set di portatili ultrasottili. Anche in questo la configurazione hardware del MacBook Air è quella basilare, e ancora una volta il lavoro degli ingegneri di Cupertino ha dato i propri frutti. Lo score finale parla di 90 punti per il MacBook Air (che aveva fatto registrare solo 57 punti nel precedente modello da 13″), 74 per i suoi avversari. E se l’andamento resta verosimilmente invariato nel settore dei giochi, altrettanto non accade per la durata della batteria: il risultato è sempre inferiore per il prodotto della Mela, ma il divario si restringe sensibilmente, con prestazioni pressoché identiche in molti casi.

La scelta di Apple di intraprendere una strada che finora nessuno aveva neppure ipotizzato ha evidentemente dato i suoi frutti: nei laboratori di Cupertino si è deciso di collocare le prestazioni al primo posto nella scala dei fattori da tenere in considerazione nello sviluppo del MacBook Air. La coperta si è rivelata anche in questo caso corta, ed il taglio è stato fatto sotto il punto di vista dell’intercambiabilità dei componenti: risulta infatti impossibile sostituire manualmente la memoria flash per l’archiviazione o la RAM, in quanto è stato rimosso il box che tradizionalmente accompagna alcuni dei componenti in questione, per procedere con una saldatura sulla scheda madre. L’utilizzo della tecnologia flash ha permesso di guadagnare molto in termini di durata della batteria, collocata in uno spazio ridotto ma ottimizzato grazie alle scelte operative degli ingegneri.

Tutti questi benefici hanno però un prezzo, quantificabile in almeno 999 Euro per poter accedere al modello base di MacBook Air da 11″. Proprio questo aspetto allontana leggermente la linea ultraportatile di Apple da quello che è il mercato netbook, per quanto le caratteristiche hardware rispondano in maniera più che buona ai criteri di selezione. L’Air rappresenta la soluzione ideale per chi necessiti di prestazioni eccellenti coniugate alla semplicità di trasporto, ma presume la disponibilità ad andare economicamente oltre rispetto a qualunque spesa nel mondo netbook. Un altro punto da tenere in considerazione nella scelta tra netbook ed Air riguarda l’archiviazione: per quanto l’utilizzo delle memorie flash permetta di eseguire applicazioni, caricare file ed avviare la macchina in tempi brevissimi, lo spazio a disposizione non supera i 256 GB per il modello più capiente. Una soluzione a tale problema può essere l’utilizzo di un drive di archiviazione esterno, quale un hard disk USB.

Fonte: PCWorld • Notizie su: