QR code per la pagina originale

Microsoft rinvia IE9 in Giappone

In Giappone l'arrivo di Internet Explorer 9 non è al momento una priorità: Microsoft ne ha opportunamente posticipato il lancio.

,

Non è questo il momento per sottrarre risorse al Giappone, non è questo il momento per lanciare un prodotto, non è questo il momento per pensare a qualsiasi cosa che non sia la tragedia in atto: per questo motivo Microsoft ha comunicato la logica decisione di posticipare a data da destinarsi il lancio di Internet Explorer 9 in Giappone.

Oggi avrebbe dovuto essere il giorno del grande lancio. Il browser Microsoft sta per essere annunciato negli Stati Uniti e nelle prossime ore sarà rilasciato in versione ufficiale anche in Europa. L’arrivo in Oriente avrebbe dovuto seguire di poche ore il lancio occidentale, ma il Giappone vedrà la novità soltanto quando si potrà tornare a pensare a cose meno urgenti. Microsoft ha peraltro motivato la decisione non soltanto come una questione di opportunità, ma più specificatamente per evitare che l’evento possa arrecare disturbo: il comunicato ufficiale spiega che si intende ridurre il peso sulla rete, evitando così che IE9 possa sovraccaricare una rete di comunicazione che in queste ore serve a ben altro.

Le conseguenze del terremoto e dello tsunami iniziano a trapelare in queste ore con l’interruzione delle forniture da alcuni impianti (la Honda ha temporaneamente chiuso la produzione, Sony ha comunicato l’interruzione dello sviluppo di alcuni prodotti e la borsa è immediatamente crollata dopo l’apertura post-tsunami).

La decisione Microsoft si inserisce nel solco di un momento particolarmente tragico del paese, nel quale un nuovo browser sarebbe più uno sberleffo che non un aiuto concreto. Aiuto che, invece, arriverà da Bing: raccolti in poche ore oltre 100 mila dollari tramite discussi retweet che hanno comunque accumulato una prima importante cifra da devolversi alle popolazioni colpite dal sisma. Microsoft ha inoltre comunicato fin dalle ore successive alla tragedia di essere al lavoro per lo sviluppo di siti e servizi cloud appositi da offrire alle associazioni ed al governo giapponese per migliorare l’efficienza degli interventi di soccorso.

Fonte: Microsoft Japan • Via: Neowin • Notizie su: