QR code per la pagina originale

Groupon entra nei supermercati

Groupon sbarca per la prima volta in un supermercato, offrendo prodotti a prezzo ridotti e caricando i coupon sulle tessere fedeltà dei clienti.

,

La campagna di espansione di Groupon continua senza sosta. Il nuovo modello di acquisto proposto dalla società che ha fatto dei coupon la propria fortuna, dopo aver conquistato il web, inizia ora a diffondersi anche nei negozi offline: nei prossimi giorni, infatti, Groupon sbarcherà per la prima volta in un supermercato statunitense.

Grazie ad un accordo con la catena di supermercati Big Y, con sede nel Massachusetts, verrà offerta la possibilità ai clienti di usufruire di sconti sull’acquisto di prodotti presso i punti vendita della catena. L’acquisto avverrà come da tradizione tramite il sito web di Groupon, ma piuttosto che stampare il classico coupon da consegnare al momento del pagamento l’offerta sarà caricata direttamente sulla carta fedeltà sottoscritta in precedenza, inserendone il numero nella pagina d’acquisto del coupon.

Tom Schneider, presidente di HaloEffect, altra società con cui Groupon ha recentemente stretto accordi di collaborazione per la promozione di prodotti software, ha definito la partnership tra la startup delle vendite online e la catena di supermercati come potenzialmente rivoluzionaria: «i cittadini statunitensi spendono ogni anno 550 miliardi di dollari nei supemercati, mentre le aziende produttrici spendono annualmente 35 miliardi di dollari nelle campagne di marketing e promozione. Questa collaborazione ha le potenzialità per rivoluzionare lo scenario dei negozi di generi alimentari».

Nelle prossime settimane sono attesi inoltre ulteriori accordi tra Groupon ed altri negozianti sul territorio statunitense, per offrire ai cittadini la possibilità di fare la spesa usufruendo degli sconti proposti sul celebre portale per l’acquisto di coupon, e ai rivenditori l’opportunità di ampliare il proprio parco clienti offrendo prodotti a prezzo ridotto. Il modello dei coupon sembra dunque poter prender piede anche al di fuori della Rete, laddove è nato e continua a riscuotere successo.

Il tutto, va ricordato, alla vigilia della quotazione in Borsa di Groupon. Il che è un aspetto da non sottovalutare nella comprensione del fenomeno nella sua complessità.

Fonte: AdAge • Via: The Next Web • Immagine: wovox • Notizie su: